Sabato 11 Luglio 2009

Sul lago la sfida
remiera tra le Lucie

Ultimi giorni per la «Sagra del pesce», manifestazione che si svolge ormai da oltre dieci anni, organizzata dalla Pro loco Vercurago-San Gerolamo sul lungolago di piazzale Figini. È proprio il caso di dire che la kermesse aggregativa e gastronomica si concluderà con il botto. Il momento clou è previsto nella giornata di domenica 12 luglio. Nel pomeriggio, alle 14, avrà luogo la «Regata delle Lucie» di manzoniana memoria. La regata si inserisce nel palio remiero delle «Lucie» che assegnerà il trofeo «Arnaldo Mondonico», giunto alla seconda edizione, alla memoria del sindaco di Oliveto Lario, scomparso nel 2007, che è stato il promotore dell'iniziativa di estendere il Palio remiero anche nel ramo lecchese del Lario. Nove le storiche imbarcazioni, acquistate con il contributo provinciale dai Comuni di Bellano, Calolziocorte, Dervio, Garlate, Malgrate, Olginate, Oliveto Lario, Pescate e Vercurago, che si daranno battaglia a colpi di remi. La partenza è fissata nell'area del lido di Vercurago mentre l'arrivo è nel porticciolo di piazzale Figini.

Alle 21 si terrà il concerto del corpo musicale «Brivio» di Rancio, quartiere di Lecco. Gran finale della sagra alle 22,30 con i fuochi d'artificio che, lanciati da un barcone, illumineranno lo specchio d'acqua antistante piazzale Figini. «In questi giorni, la sagra ha avuto un buon successo di pubblico - spiega Gioachino Riva, presidente della Pro loco - che ha approfittato per gustare i nostri piatti di pesce di lago e mare. Abbiamo promosso anche alcune serate a tema: dal risotto al pesce persico alle rane fritte oppure primi piatti rigorosamente a base di pesce. Ogni sera, oltre alla buona cucina, c'era anche l'immancabile appuntamento con il complesso musicale e il ballo liscio e l'obiettivo della manifestazione era duplice: creare un momento di incontro e aggregazione nonché far conoscere il lungolago di Vercurago. Mancano ancora pochi giorni alla chiusura ma il bilancio è positivo. E di tutto questo devo ringraziare i collaboratori volontari, una trentina, che si sono impegnati perché tutto funzionasse per il meglio». L'edizione di quest'anno presentava due novità: la Regata delle Lucie e il Tetrathlon, tenutosi nei giorni scorsi, che comprendeva gare di canoa, corsa, pattinaggio a rotelle e bicicletta. Infine, in una sagra che si rispetti, non potevano mancare i giochi popolari: il mangiatore di angurie, la corsa con la candela accesa e quella con l'uovo nel cucchiaio.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata