Giovedì 13 Agosto 2009

La gara sugli sci di legno
infiamma l'estate di Gandellino

Organizzata dai giovani del gruppo Oratorio, si è svolta a Gandellino l’originale e tradizionale gara sugli sci di legno, in auge dalla fine degli anni ’80. Due categorie si sono date battaglia nell’originale competizione, uno dei punti di forza dell’estate gandellinese: quella degli adulti con 40 concorrenti,e quella dei giovani, con 28 gareggianti. La gara si è svolta lungo la salita di via Vittorio Emanuele, dalla zona del ponte sul Serio fino all’ingresso di Piazza Adua. I concorrenti, quattro per ogni squadra, hanno gareggiato su di un unico paio di sci di legno di fattura artigianale, allacciati ai piedi con cinturini di pelle e con una sola agevolazione: un paio di bastoncini per il concorrente di testa.

A questa edizione della gara, hanno preso parte sette squadre per la categoria ragazzi, e dieci per la categoria adulti: tra queste ultime ben cinque erano formate da giovani provenienti dal veronese, ospiti della casa vacanze dei Padri Barnabiti, mentre tre squadre erano provenienti da Valbondione. Due quelle di Gandellino. Nella categoria ragazzi c’era lo sciatore più giovane: Davide Mazzocchi della squadra Gormiti sugli sci di soli quattro anni, in gara con papà, zio e cuginetta. Al primo posto della categoria ragazzi si è classificata la squadra degli Smartissimi(Riccardo Marchesi, Manuela Frigeri, Martina Frigeri e Greta Marchesi), al secondo la squadra Gormiti sugli sci e al terzo quella Chi de Gandelì.

Nella classifica adulti in vetta alla classifica la squadra I falchecc e i lomaghe (Marco Boccardi, Virgilio Boccardi, Sebastiano Filisetti e Massimiliano Siperioni), seguita al secondo posto da quella di Valbondione a borele e al terzo da quella dei Gormiti. Molto originali i nomi che le squadre si sono dati: tra gli altri Tri sceee e o pelat, i Lumaconi, I tristi, Semperboni, sindaco subito e The Vastati.

e.roncalli

© riproduzione riservata