Allarme randagi a Locatello «Mi hanno ucciso sette capre»

Allarme randagi a Locatello
«Mi hanno ucciso sette capre»

Il fenomeno del randagismo è una piaga che purtroppo riguarda anche le montagne bergamasche. L’ultimo episodio è stato denunciato da un’allevatrice di capre di Locatello, in Valle Imagna.

Lorenza Fedeli, 60 anni, di Cornate d’Adda, tiene un allevamento in località Neverola, dove fa pascolare le sue capre nella stagione estiva. Nei giorni scorsi gli animali hanno subito l’attacco di due cani, uno di stazza media (tipo pastore tedesco), l’altro un meticcio, più piccolo. I due cani si sono avventati sulle capre e hanno ucciso sette capi. E proprio ieri, mentre eravamo in contatto telefonico con la signora, verso le 17, si è ripetuto un nuovo attacco: le capre sono fuggite e solo l’intervento del cane dell’allevatrice ha sventato il peggio.

Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 10 agosto 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA