In carcere l’ex sindaco di Foppolo Su L’Eco tutti gli sviluppi dell’inchiesta

In carcere l’ex sindaco di Foppolo
Su L’Eco tutti gli sviluppi dell’inchiesta

L’accusa: 75 mila euro su conto austriaco per ricompensare i lavori assegnati sul comprensorio. La difesa: no, erano per pagare vecchi debiti.

La presunta tangente transitata da un conto corrente austriaco ha spalancato le porte del carcere all’ex sindaco di Foppolo Giuseppe Berera, 50 anni, e a due imprenditori bresciani: Sergio Lima, 59 anni, di Gardone Valtrompia, cui è riconducibile la società Graffer che ha vinto l’appalto dell’installazione della nuova telecabina Ronchi-Montebello, e Giancarlo Montini, 55 anni, con residenza in via Porta Dipinta, Città alta. Lunedì mattina i carabinieri di Zogno e di Bergamo e i militari del nucleo di polizia economico finanziaria della Guardia di finanza di Bergamo hanno eseguito le ordinanze di custodia cautelare in carcere firmate dal gip Ilaria Sanesi. L’inchiesta del pm Gianluigi Dettori, partita nell’estate 2016 per un incendio doloso a due impianti di risalita, sembra così alzare un velo su una serie di episodi molto più gravi, dal punto di vista penale, di un rogo (finora rimasto di mano ignota).

Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 26 giugno 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA