Esplosione a S.Giovanni Bianco Gravissima la 97enne, 7 sfollati -Foto
La casa distrutta dallo scoppio

Esplosione a S.Giovanni Bianco
Gravissima la 97enne, 7 sfollati -Foto

Una grossa esplosione verso le 11 di giovedì 15 novembre in un edificio nel paese della Valle Brembana. I soccorsi hanno portato in salvo una donna di 97 anni che era rimasta all’interno dell’edificio: è viva. L’abitazione si affaccia sul provinciale, che per questo motivo è stato chiuso fino alle 14.45.

Si tratta dell’edificio Liberty di fronte all’entrata della ex cartiera e si affaccia sulla strada provinciale. Il boato è stato molto forte, udito in tutto il paese. I detriti sono arrivati fino al cancello della ex cartiera, ora Smi. Gli inquilini sono usciti tutti, tranne una donna di 97 anni che è stata recuperata viva dai soccorritori all’interno della sua abitazione ed è stata trasportata all’ospedale Papa Giovanni XXIII per accertamenti: è in gravissime condizioni a causa delle ustioni alle gambe, ha numerosi traumi al corpo. Dalle prime informazioni pare che a causare l’esplosione sia stata una perdita di metano. Sul posto i vigili del fuoco di Zogno, i carabinieri e i tecnici della provincia di Bergamo, oltre alle ambulanze del 118. Due abitazioni sono state evacuate e in totale sono sette le persone sfollate.

esplosione san giovanni bianco

esplosione san giovanni bianco
(Foto by Facebook Gabriele Galizzi)

La casa distrutta

La casa distrutta
(Foto by Alessandro Poli)

Si sono formate lunghe code fin dalle gallerie di San Pellegrino perchè l’abitazione si trova sul provinciale che è stato chiuso per permettere ai soccorsi di intervenire. Sono terminati i rilievi dei tecnici e dei vigili del fuoco sull’agibilità dell’edificio. La strada è stata riaperta al traffico alle 14.45, dopo essere stata chiusa per gran parte della mattinata creando rallentamenti e code in tutta la valle.
Per rischio di crolli, nel tardo pomeriggio sono stati posizionati dei pannelli a distanza di protezione per riparare la strada da eventuali sassi o crolli.


© RIPRODUZIONE RISERVATA