Stagione Brembo Ski a rischio Adesso ci prova la «Monte Poieto»

Stagione Brembo Ski a rischio
Adesso ci prova la «Monte Poieto»

Proposta d’affitto e acquisto dalla società che gestisce le seggiovie di Piazzatorre. L’amministratore: «Determinati, ma con l’aiuto degli enti pubblici».

L’offerta ai Curatori fallimentari è arrivata mercoledì 16 ottobre, inviata nel pomeriggio anche ai sindaci di Foppolo Gloria Carletti, di Carona Giancarlo Pedretti e alla Comunità montana. La società «Sviluppo Monte Poieto» di Aviatico, amministrata dall’ex sindaco Stefano Dentella, ha presentato una proposta di affitto con opzione di acquisto cauzionata delle seggiovie di Val Carisole (Valgussera, Conca Nevosa e Alpe Soliva), ora in mano al Fallimento Brembo Super Ski. I tempi ormai sono strettissimi e una decisione – se si vuole salvare la stagione sciistica – va presa quanto prima. Per tale motivo un incontro in Comunità montana sarà convocato nelle prossime ore con i sindaci.

«Dopo aver parlato con i Curatori - spiega Stefano Dentella - abbiamo presentato una bozza di proposta, in attesa di formalizzare l’offerta con i nostri legali. Siamo disposti a prendere in affitto le seggiovie di Val Carisole, con un’opzione di acquisto. E la volontà, a fine stagione, è quella di acquistare gli impianti». Dentella, in questa fase, non si sbilancia: la cauzione, comunque, sarebbe di 300 mila euro (da lasciare alla Curatela in caso di mancato acquisto), l’affitto stagionale, invece, tra i 50 e 100 mila euro. Tra le condizioni poste da Dentella c’è la gestione anche degli impianti di Foppolo (Quarta Baita e Montebello). L’appello a prendere parte all’operazione, poi, è rivolto a enti pubblici, comuni e Comunità montana, affinché contribuiscano economicamente all’offerta. Che per i Curatori è fissata ora a 2,1 milioni di euro. Cifra che, però, stando alle indiscrezioni (anche ieri i curatori non erano rintracciabili), ora si sarebbe «addolcita».


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 17 ottobre 2019.

© RIPRODUZIONE RISERVATA