Davide, dalla Val Seriana solo con la bici Dopo Capo Nord ora va in Mongolia
Davide Zandonella

Davide, dalla Val Seriana solo con la bici
Dopo Capo Nord ora va in Mongolia

Lasciare tutto, la sicurezza della famiglia e di un posto di lavoro, raggiungere Capo Nord. E lì capire che non è ancora tempo per tornare a casa, ad Albino, ma di puntare verso la Mongolia in sella alla propria bicicletta.

Davide Zandonella, classe 1994, cittadino del mondo: sei mesi fa la scelta di partire dalla sua Valle Seriana, che lo ha visto crescere tra Albino e Alzano, per un percorso che al momento lo vede in Grecia, con il sogno di arrivare fino nell’estremo Est del globo. Una decisione drastica che apre orizzonti impensati, che porta a capire come quanto abbiamo a disposizione possa invece essere una conquista giorno per giorno. «Facevo il cuoco e insegnavo chitarra, avevo tutto, ma sentivo che qualcosa mi mancava: avevo il desiderio di viaggiare in questo modo da anni». Attualmente il giovane si trova nel sud della Grecia, puntando dritto verso Istanbul: giornate passate a pedalare, inframmezzate da momenti di relax, guidato dalla luce del sole e dai tempi della natura. «In pochi giorni sono passato dal freddo dei Carpazi e della ex Jugoslavia alle temperature primaverili della Grecia. Il Natale l’ho passato su un’isola sperduta davanti a un fuoco con due camperisti inglesi. Eravamo sul mar Ionio, all’orizzonte c’era l’Italia».

Nei prossimi mesi ci sarà il passaggio in Turchia, Cappadocia, i paesi del Caucaso, Iran e poi gli ex stati sovietici e l’arrivo in Mongolia, dove però non è detto che il viaggio, tutto autofinanziato, possa finire. «Puntando sul “wild camping” e sull’ospitalità delle persone, il solo costo che resta da sostenere è quello legato al cibo, in pratica 5-6 euro al giorno. Ultimamente mi sono anche messo alla ricerca di qualche sponsor, visto che mi è saltata in mente l’idea di raggiungere in bici, e quindi provare a scalare, il Lenin Peak, montagna di 7.000 metri che sorge in Kirghizistan». Davide è connesso costantemente e aggiorna i suoi racconti sulle pagine Facebook GoZandoGo e sul profilo Instagram .«Sei su un mezzo essenziale che ti espone a quello che ti arriva addosso, ma quello che conta è fare diventare le avversità una risorsa».


© RIPRODUZIONE RISERVATA