Giovedì 01 Novembre 2012

Sul ghiacciaio della Jungfrau
Emozioni nell'Oberland Bernese

Arriva la prima neve e per gli appassionati di sci è già tempo di pensare a lamine, scioline e scarponi. Lo sci alpino è una vera passione per molti bergamaschi, che durante la stagione invernale affollano, certo, le stazioni sciistiche delle Orobie ma non disdegnano puntate su altre montagne, alla ricerca di nuovi paesaggi e tracciati.

Gettonate le altre mete lombarde, o quelle trentine, così come un po' tutte le stazioni sciistiche del nord Italia, ma non di rado la passione porta oltre confine. Nella vicina Svizzera una meta di particolare fascino è certamente l'Oberland Bernese, con la regione della Jungfrau, che per tutti gli appassionati sciatori significa anzitutto Lauberhorn, la “mitica” gara di Coppa del mondo di sci a Wengen, appena sotto le pendici dell'Eiger e della Jungfrau, dove parte il ghiacciaio dell'Aletsch, dal 2001 patrimonio dell'Unesco.

Quest'anno l'inverno 2012/2013 sarà, per la Jungfrau Region, una stagione evocativa, in cui torneranno a vivere le emozioni di quel 1913 in cui, sulle piste di Mürren – caratteristico villaggio a 1.650 metri di quota, su un crinale roccioso a strapiombo sulla valle di Lauterbrunnen – lo sci iniziò a scrivere una Grande epopea di successi, campioni, gare e campioni entrati nella Storia dello sport. In quell'anno, il 1913, l'area sciistica di Mürren fu scelta dagli inglesi come luogo di vacanze e relax e sulle piste di Mürren Sir Arnold Lunn fondò il primo Sci Club delle Alpi, il Kandahar Ski Club. L'anniversario sarà celebrato il 16 dicembre, in occasione di una grande festa sul filo della memoria, all'insegna della tradizione, dello sport.

Sempre per chi è appassionato di discese, proprio di fronte a Mürren si trova Wengen, paesino senz'auto, raggiungibile solo col treno da Lauterbrunnen e stazione di passaggio per arrivare, sempre col treno, allo Jungfraujoch, la stazione più alta d'Europa, a oltre 3.000 metri, sul ghiacciaio della Jungfrau. A Wengen c'è anche una «casa Italia», cioè l'antico Hotel Falken, dove ogni anno fa tappa la nazionale italiana di sci, gestito da una famiglia italiuana e capace di far apprezzare antiche atmosfere insieme ad un'accoglienza piena di comfort.

Proprio il Falken propone il Ponte di Sant'Ambrogio, dal 6 al 9 dicembre, a prezzi speciali che comprendpono alloggio e skipass (www.hotelfalken.com) Restando sul tema delle offerte, quest'anno da registrare il forfait «2 per 1», che costituisce un po' il Jolly della stagione, valido pretesto per un lungo week end sulle piste. Il forfait è valido dal 08-21 dicembre, dal 3-25 gennaio e dal 11 marzo fino a fine stagione invernale e propone 2 pernottamenti in alberghi di varia categoria, inclusa prima colazione e 3 giorni di skipass. La tariffa, sulla base di 2 persone, consente a un ospite di pagare la quota normale, mentre il secondo viene accolto gratuitamente.

L'azione, lanciata in collaborazione con gli impianti della Jungfrau Ski Region, permetterà di usufruire di oltre 200 km di piste e due giornate piene di sci (Informazioni e prenotazioni sul sito: www.jungfrau.ch, Tel. +41 33 854 12 50) Naturalmente la regione della Jungfrau non è solo sci, ma propone iniziative di ogni tipo anche per chi vuole evitare di mettere gli scarponi. Dal relax nelle aree benessere, alle escursioni con le racchette da neve e naturalmente al viaggio sul trenino della Jungfrau. Insomma, ce n'è per tutti i gusti e basta andare a cercare le offerte che propone il sito http://jungfrauregion.ch/en

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags