Gitschberg Jochtal
44 km di piste

Gitschberg Jochtal 44 km di piste

E' una vacanza in montagna formato famiglia quella che si può fare tra i monti del comprensorio Gitschberg Jochtal. Tra cime e malghe - nel punto d'incontro tra la valle Isarco e la val Pusteria - c'è tutto quanto necessario per abbinare lunghe giornate sugli sci, sfruttando 44 chilometri di piste, a momenti di relax da accompagnare con la scoperta di una cucina delicata e sorprendente, in un'area caratterizzata dal profilo affascinante delle Dolomiti nel punto in cui avviene l'incontro tra la cultura italiana e le tradizioni altoatesine.

L'area Gitschberg Jochtal – che riunisce i paesi di Rio Pusteria con le frazioni di Maranza, Valles e Spinga, Vandoies e Rodengo non lontano da Bressanone - offre tanto sia in estate, per godere il fresco delle alte quote con lunghe passeggiate, sia in inverno per sciare e praticare gli sport invernali. E così anche quest'anno, con la stagione invernale alle porte, l'area è pronta ad accogliere i turisti offrendo 44 km di piste, 6 impianti di risalita, 2 moderne cabinovie inaugurate di recente, 6 km di discesa continua, 3 kinderparks, uno snowpark e 22 baite accessibili d'inverno.

Nel comprensorio del Gitschberg Jochtal l'offerta è a 360 gradi con piste da sci di fondo, piste per slittino (di cui una illuminata di notte a Valles), aree per le ciaspolate, senza dimenticare la convenzione con Dolomiti Superski che permette di ampliare ulteriormente le opportunità di sciare. Tra gli angoli più suggestivi dell'area Gitschberg Jochtal spicca l'affascinante scenario della malga Fane, un villaggio alpino circondato da cime frastagliate dove il tempo sembra essersi fermato.

Tra piccoli rifugi, una minuscola chiesetta e alcune pittoresche case in legno ci si può fermare per un primo assaggio della cucina locale. D'obbligo la degustazione dei tipici canederli che si possono assaggiare in tanti modi diversi: con lo speck, con gli spinaci o con il formaggio, ma anche abbinati ai mirtilli come dolce. Mozzafiato inoltre la vista di cui si può godere salendo ai 2510 metri della piattaforma panoramica del Gitschberg dalla quale si possono ammirare oltre cinquecento cime con lo sguardo che accarezza le Dolomiti, le Alpi della Zillertal, dello Stubai e le Alpi Venoste.

Quando il tempo non è dei migliori per salire in alta quota si può decidere di fare una visita al museo del loden, il tipico tessuto in lana del Tirolo, a Vandoies dove, a due passi, si trova anche il museo sulla produzione artigianale dei formaggi di capra del caseificio Capriz, nel quale si possono degustare i formaggi tipici della zona.

INFO tel. 0472-886048 – www.gitschberg-jochtal.com

HOTEL:
Pension Sonnenhof, Maranza (www.pension-sonnenhof.info); Hotel Gitschberg, Maranza (www.gitschberg.it); Hotel Masl, Valles (www.hotel-masl.com); Hotel Moarhof, Valles (www.hotel-moarhof.com); Familienhotel Huber, Valles (www.hotelhuber.com) e Hotel Gitschberg, Maranza (www.gistschberg.it).

BAITE: Gattererhütte, Malga Fane (www.gattererhuette.it); Bacherhütte, Gitschberg Maranza (www.gitschberg-jochtal.com/it/inverno/rifugi/36-bacherhuette.html); Nesselhütte, Gitschberg Maranza (www.gitschberg-jochtal.com/media/945_x_390/6ddd98ec-9bb0-4121-bfb7-d563a52cfa43/knoedel.jpg);

© RIPRODUZIONE RISERVATA