Badesi, la spiaggia più lunga della Sardegna

Badesi, la spiaggia più lunga della Sardegna

«Furat chi benit dae su mare», ovvero «chi viene dal mare, viene per rubare». E’ quanto recita un antico detto sardo. Un tempo probabilmente accadeva proprio così, tanto che la seconda isola del Belpaese – la Sardegna appunto – è costellata lungo le coste di torri spagnole del Cinquecento e del Seicento, baluardi difensivi eretti contro conquistatori di ogni genere. Oggi l’invasore che viene dal mare non ha scopi belligeranti, tuttavia prima di lasciare l’isola vorrebbe portar via qualcosa di essa: il ricordo di una tradizione, il profumo di un piatto tipico, una boccetta con acqua di mare smeraldino. L’invasore è insomma il turista che ha trascorso in Sardegna le vacanze estive o magari vi ha fatto ritorno per assistere a quelle sagre sanguigne che si svolgono nell’isola, oppure a una festa popolare che infiamma i paesi dell’entroterra.

Per quanti desiderano un soggiorno balneare, le possibilità sono infinite. Se si desidera qualcosa di rilassante, un po’ fuori dalle consuete mete della costa orientale (Costa Smeralda, Costa Rei ecc.), allora occorre volgere lo sguardo alla costa nord occidentale. Da Stintino alla Gallura è tutta una sequenza di cale e calette, spiagge e insenature in parte ancora da scoprire. Il tratto da Castelsardo all’Isola Rossa abbraccia un litorale pittoresco e anche selvaggio. Castelsardo (20 km ad ovest di Badesi) è arroccata su un promontorio, dove si susseguono case e costruzioni in granito.

La fortezza medievale Genovese, nella città antica, e il Castello dei Doria sono due delle principali attrazioni. Castelsardo è famosa anche per i suoi cestini, lavorati dalle anziande del paese. A poca distanza dal centro abitato si trova la famosa roccia dell’Elefante, una roccia di circa 10m di altezza la cui forma assomiglia a un pachiderma. Il turista balneare può lasciarsi cullare dalle acque che lambiscono le spiagge de La Marinedda, Isola Rossa, Badesi, Coghinas a Valledoria (da qui il fiume Coghinas si riversa sino al Golfo dell’Asinara), Li Cossi, Monte Tinnari

Badesi Mare e Isola Rossa sono situati tra la costa orientale della regione Gallura, Santa Teresa e Valledoria. Badesi Mare vanta otto km di spiaggia: il paesaggio è arricchito da splendide dune di sabbia, alberi di pino, macchia mediterranea e numerosi vigneti, luogo ideale per trascorrere le proprie vacanze in tutto relax. Badesi è poi un villaggio di pescatori a ridosso della montagna, costruito sopra il letto del Fiume Coghinas con una splendida vista sul Golfo dell’Asinara. Isola Rossa è un luogo pittoresco fondato dai pescatori del Golfo di Asinara. Le caratteristiche principali di questa parte dell’isola sono sicuramente le sue rocce rosse, la maestosa torre del guardiano, l’ incantevole spiaggia, il porto e la passeggiata che si sviluppa nel lungo mare.

DOVE ALLOGGIARE
Fra le strutture recettive spicca il Resort Le Dune del Gruppo Delphina. Si trova nel Golfo dell’Asinara (nord Sardegna) a circa un’ora di auto da Olbia ed Alghero ed a circa 40 minuti dai porti di S. Teresa e Porto Torres. È uno dei più attrezzati complessi alberghieri della Sardegna con 390 camere, 6 ristoranti, 4 piscine, 4 bar, spazi attrezzati e sicuri per bambini e moltissime attività sportive e ricreative.

Si estende su una superficie di 90.000 mq. di terreno, si affaccia sulla costa di Badesi Marina, in un gioco di dune e ripiani su cui crescono profumatissimi i ginepri, la macchia mediterranea e i vigneti. Il Resort è costituito da quattro aree (I Ginepri- Le Palme- Le Rocce- La Duna Bianca) tutte inserite in perfetta armonia nella natura. Due aree, I Ginepri e Le Palme, sono particolarmente adatte per le famiglie con bambini, l’area di Le Rocce, più riservata, è particolarmente adatta agli adulti, mentre per i più esigenti la nuova area La Duna Bianca offre il piacere di essere a pochi metri dal mare con un servizio più esclusivo.

Il Resort Dune Village offre una ristorazione capace di soddisfare tutti i gusti, con scelta tra sei ristoranti, 4 con menù a tema, uno con menù internazionale, e il sesto (Il Romantico), per cene particolari a lume di candela con aragoste freschissime, esclusive specialità e curato servizio al tavolo.
Per informazione www.delphina.it [email protected]

© RIPRODUZIONE RISERVATA