Mercoledì 02 Settembre 2009

Rovereto, danza e gusto trentino
fra cultura e tradizioni agro-alimentari

Il settembre trentino si arricchisce quest'anno con l'incontro tra arte e cultura materiale, grazie alla collaborazione tra Oriente Occidente, il Festival che da quasi trent'anni indaga le nuove tendenze e il meglio della danza internazionale, e Slow Food Trentino. Il tutto per conoscere e lanciare uno sguardo sempre più consapevole sugli Est e gli Ovest del mondo. Rovereto, infatti, oltre ad ospitare nei propri teatri e nelle piazze la densa programmazione del Festival che dedica l'edizione 2009 a “La danza vista dall'Artico”, apre il proprio centro storico all'evento “Terre”, appuntamento culturale e agro-alimentare, composto da “Le vie dell'arca del gusto Trentino” e il “Bistrò del Mondo”, a sostegno del progetto “Presidi Slow Food” del Trentino e non solo.

Le vie dell'arca del gusto Trentino e il Bistrò del Mondo

Terre, l'evento che prende vita nel centro storico di Rovereto, ha lo scopo di far conoscere le produzioni di eccellenza trentine legate al progetto dei presidi Slow Food e quelle delle comunità del cibo che fanno parte della rete di Terra Madre. Distinto nelle sezioni “Le vie dell'arca del gusto Trentino” (4, 5, 11 e 12 settembre) e il “Bistrò del Mondo” (3-13 settembre) diventa un momento importante per confrontarsi con la cultura e l'agro-alimentare locale e di numerose comunità straniere presenti nel Belpaese. Grazie a “Le vie dell'arca del gusto Trentino” è possibile conoscere i produttori trentini che aderiscono alla filosofia Slow Food, avvicinarsi ai loro prodotti con degustazioni di pietanze da strada preparate dall'alleanza dei cuochi e distribuite presso stand rallegrati da momenti di esibizione folk legate ai territori di produzione.

Il cibo e i prodotti sono al centro anche dei “Laboratori del Gusto” gestiti da docenti Slow Food e nelle performance della Compagnia Koinè che coinvolge il pubblico nella preparazione del pane utilizzando le granaglie delle tradizioni dell’Est e dell’Ovest . Tra le altre proposte di questa sezione di “Terre” anche il “Mercato della Terra” dove è possibile trovare e acquistare i prodotti del territorio trentino e “Buono, pulito e giusto” per scoprire, in alcuni locali della città di Rovereto, vini biologici e biodinamici, cibi e prodotti legati alla biosostenibilità ambientale. Spazio infine alle minoranze etniche che da sempre vivono nel Trentino ovvero quella ladina, mochena e cimbra che fanno conoscere la propria cucina grazie alle “3cenex3minoranze”. Sono invece le cucine e le tradizioni del mondo a caratterizzare il “Bistrò del Mondo” che prende vita nel Magic Mirror.

 La struttura, collocata sempre nel centro storico di Rovereto, si trasforma in un vero e proprio luogo di incontro tra le tradizioni agro-alimentari del mondo grazie alla proposta di pietanze e cibi di ben sedici comunità etniche straniere residenti in Trentino. Ogni giorno della manifestazione, dalle ore 17 in poi, i cuochi di Slow Food e le comunità si alternano per offrire pietanze diverse dalla merenda alla cena, con la proposta di un piatto trentino, uno etnico e l’accompagnamento delle tipiche bevande da pasto delle varie parti del mondo. Ad allietare il tutto la musica, i balli e i canti di ogni comunità – con due spettacoli alle ore 21 e 22.30 - e un mercatino con i prodotti artigianali tipici dei rispettivi paesi di origine.

Info 0464 431660 [email protected] www.orienteoccidente.it

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags