Giovedì 19 Dicembre 2013

Livigno per i bimbi

Un parco gioco di neve

Livigno

È la festa delle feste, il Natale in montagna sulla neve è ancora più suggestivo. Luci, canti, balli, fuochi sono gli ingredienti che lo rendono magico e che fanno da ponte al nuovo anno.

Il Natale di Livigno parte sulle note del Corpo Musicale di Livigno, che festeggia con due concerti alla Chiesa di Santa Maria Nascente il 23 e il 29 dicembre alle ore 21.

E nelle giornate del 22, 23, 26, 29 e 30 dicembre e del 2, 3, 5 gennaio in via Sant’Antonio è allestito l’Angolo delle calde delizie con la rappresentazione di scene di un tempo.

Balli e tanto divertimento il 28 dicembre con il Christmas Street Show in Plaza dal Comun dalle ore 17, che vivrà il suo clou nel Christmas Flash Mob su musiche natalizie.

La tradizione del presepe vivente rivive il 27 dicembre a Trepalle dalle ore 20.30 presso il Plazal da li Skola, dove verranno rappresentati anche gli antichi mestieri e intonati canti natalizi.

E poi tutti in pista per le tradizionali fiaccolate di fine anno, si inizia a Santo Stefano con quella al Costaccia prevista nel tardo pomeriggio, il 30 dicembre è la volta dello show dei maestri della Scuola Sci Centrale al Campo Scuola 23 alle ore 21 e si conclude l’anno con la fiaccolata dei maestri il 31 dicembre alle ore 17.30 al Campo Scuola 23 in via Plan a cui seguirà il falò con il brindisi a base di vin brulè.

Il 4 gennaio il Coro Monteneve saluta il nuovo anno con il concerto per il ventesimo anniversario insieme al Coro Monte Peller di Cles alle ore 20.30 presso il Cinema Cinelux. Quest’anno la Santa Messa di mezzanotte viene celebrata alle ore 22 presso Plaza Placheda.

E domenica 22 dicembre a partire dalle ore 14 sarà inaugurato il nuovo parco giochi per i bambini Livin’Ice Park realizzato interamente con strutture di neve. Alle ore 14.30 è previsto il saluto del Sindaco di Livigno, Damiano Bormolini, e a seguire intrattenimento musicale con Radio Number One, animazione per i più piccoli e una merenda a base di vin brulè e frittelle di mele a cura del Gruppo Folk. Ricordiamo che, per chi proviene dalla Valtellina e dall’Engadina, è aperto il Passo della Forcola con obbligo di pneumatici da neve o catene a bordo.

DOVE SOGGIORNARE

Partire per una vacanza sulla neve e tornare carichi di esperienze e ricordi. Così potrebbe essere definito un soggiorno negli hotel Lungolivigno. Tanto sci, ovviamente, ma i classici sport invernali sono affiancati a un gran numero di attività quotidiane, studiate per rendere una vacanza sulla neve qualcosa di indimenticabile, anche a chi non può prendersi un’intera settimana di vacanza. E così, al mattino, prima di mettere gli scarponi ai piedi, ci si può rilassare e distendere i muscoli con una sessione di yoga e stretching. Alla fine della giornata, invece, niente di meglio che abbandonarsi ai vapori della Mandira Spa. Il lunedì sera adrenalina garantita con la slittata in notturna lungo la discesa della Pista degli Amanti alla luce delle torce o della luna piena.

Tre giorni alla settimana si può approfittare dello sci guidato con i maestri Lungolivigno. Il giovedì sera si scia fino alle 23 con gli impianti della Scuola Sci illuminati a giorno. Senza dimenticare le ciaspolate, lo sci di fondo e altro ancora. Gli ospiti che si fermano per l’intera settimana possono approfittare anche della formula Dine Around, degustando così la cucina di tutti e tre gli hotel Lungolivigno: menu valtellinese all’hotel Parè, menu di selvaggina all’hotel Concordia e gustose fondute nella stua de legn dell’hotel Lac Salin Spa & Mountain Resort.

Info e prenotazioni: www.lungolivigno.com tel. 0342 990111

DOVE MANGIARE

Indirizzo imperdibile per chi vuole una cucina tradizionale è il ristorante albergo Camino, fuori dal paese in direzione Forcola in via Compart 445 . Sale in larice, accoglienza calorosa di Luca Galli e piatti tipici alcuni assolutamente unici. Si va dai pizzoccheri, uno dei primi piatti più richiesti allo Sciat piatto tipico valtellinese, dall’aspetto simpatico, ma sopra tutto molto gustoso: si tratta di frittelle salate ripiene di formaggio che prendono il nome dialettale dei rospi. Un piatto d’altri tempi è la minestra di latte, ma non dimenticate la carne del ceppo del boscaiolo, i ravioli di polenta e per finire una mousse di castagne. Il tutto a prezzi ragjonevoli.

Hotel Camino Via Compart, 445 – 23030 Livigno tel: +39 0342 979262 : info@hotelcamino.it

www.hotelcamino.it

© riproduzione riservata