Sulle tracce di Roald Dahl lungo le strade di Londra

Sulle tracce di Roald Dahl
lungo le strade di Londra

Quest’estate le strade di Londra si sono trasformate in un magico ed enorme barattolo dei sogni per festeggiare il 100° compleanno di Roald Dahl e l’uscita del film «The BFG».

I barattoli dei sogni possono appartenere solo al BFG - Big Friendly Giant, Grande Gigante Gentile -, che forse li ha persi durante le sue peregrinazioni notturne per consegnare magnifici sogni ai bambini addormentati. Se avete in programma un long weekend a Londra avete tempo fino al 31 agosto per scovare i 50 barattoli dei sogni sparsi per la metropoli e nei dintorni.

Ogni barattolo contiene sculture spettacolari, basate sui sogni di gente come Steven Spielberg, Stephen Hawking, e Chloe, Poppy e Cara Delevingne e tanti altri. Si possono trovare in luoghi simbolici, come Tower Bridge, Trafalgar Square e Buckingham Palace. Una volta scoperti e fotografati si possono condividere su Twitter e Instagram, usando l’hashtag #BFGDreamJars per avere la possibilità di vincere dei premi. Tutti i barattoli saranno poi venduti per raccogliere fondi a sostegno di Save the Children. Sul sito visitlondon.com si può scaricare una mappa dove sono indicati i luoghi dove cercare i barattoli dei sogni. Alcuni contenitori sono anche a a Birmingham, Cardiff, Glasgow e Manchester.

The BFG, per chi ancora non l’avesse capito, è un amatissimo racconto di Roald Dahl pubblicato nel 1982 e da allora ha incantato i lettori di tutte le età. Quest’anno, Steven Spielberg lo ha portato sul grande schermo. Il film racconta la straordinaria storia di una bambina di Londra di nome Sofia, interpretata da Ruby Barnhill, mentre il Grande Gigante Gentile è il premio Oscar Mark Rylance. Insieme, si imbarcano in una meravigliosa avventura, ricca di cetrionzoli, barattoli dei sogni, sciroppi e anche un memorabile incontro con la Regina.
Ma le iniziative per il centenario di Dahl sono anche altre. Fino al 2 ottobre al 2 Granary Square, King’s Cross, nella House of illustration (un museo dedicato al mondo dell’illustrazione non solo legata all’editoria, ma anche vignette satiriche, pubblicità, schizzi di stilisti ecc.) è aperta una mostra dedicata all’autore e ai suoi personaggi. Il 27 e 28 ottobre al Lyric Hammersmith in King Street c’è un festival con teatro per i bambini. Dal 27 al 29 ottobre al Palace Theatre (20 Clarendon Road, Watford) il musical «James e la pesca gigante». Fuori Londra, a un’ora di auto, poco più di mezz’ora con i mezzi pubblici, a Great Missenden (81-83 High Street) è presente un piccolo ma premiato museo, situato nel villaggio Buckinghamshire dove Roald Dahl vissuto e scritto per 36 anni.

Roald Dahl

Roald Dahl

Il museo, rivolto ai ragazzi dai 6 ai 12 anni di età, dispone di tre gallerie interattive dedicate all’autore con il suo studio originale. È uno spazio museale dove i bambini possono trovare vari spunti per leggere, giocare e divertirsi. Il 17 settembre qui sono previsti vari eventi per festeggiare il centenario di Roald: si ascolteranno racconti di un bizzarro, ci sarà un illustratore, i bambini saranno invitati a scrivere un piccolo racconto o una poesia di compleanno con la poetessa Sara Hirsch. Ed ancora si esplorerà il villaggio natale di Roald Dahl su un sentiero guidato e si apriranno laboratori di pittura e modellismo. E i sogni sono serviti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA