Torneremo a viaggiare
Le 30 destinazioni al top

Sono 30 le destinazioni in tutto il mondo che la guida Lonely Planet suggerisce di programmare per il 2021.

Torneremo a viaggiare     Le 30 destinazioni al top

Nell’elenco delle mete preferite da scoprire nel 2021 ci sono due realtà italiane: le Vie di Dante, iniziativa culturale e sostenibile di turismo lento che da Ravenna a Firenze per 395 chilometri attraversa borghi, castelli e pievi seguendo le orme del Sommo Poeta nell’anno in cui si celebrano i 700 anni della sua morte; e il progetto Girl in Florence, della blogger Georgette, che si pone l’obiettivo di mostrare i segreti del capoluogo toscano attraverso gli occhi di artisti e artigiani locali, di negozi indipendenti e residenti stranieri.

Il parametro più richiesto per scegliere una destinazione è l’ambiente: tra i progetti green più interessanti ci sono il ripristino del bush australiano, che sta lentamente rinascendo dalle ceneri grazie alle comunità locali; la salvaguardia della fauna selvatica in Ruanda che ha contribuito a salvare i gorilla di montagna, specie a rischio di estinzione; e la scoperta dell’isola di El Hierro, alle Canarie, paradiso di sostenibilità grazie all’introduzione di energie rinnovabili, ai programmi di riciclaggio innovativi e alla promozione della mobilità elettrica.
Anche i progetti urbani determinano la scelta: Medellín, in Colombia, per esempio, finora considerata una città pericolosa, oggi è diventata la più innovativa grazie alla riqualificazione urbana. Sempre in tema di ambiente Antigua e Barbuda sono destinazioni emergenti da scoprire appena sarà possibile.

Tra le mete da considerare ci sono anche Palau, stato insulare della Micronesia, per il suo impegno per l’ambiente; la città svedese di Göteborg, che mira a raggiungere l’indipendenza dai carburanti fossili entro il 2030, e le Isole Faroe che invitano i turisti a fare volontariato per contribuire a preservare il paesaggio naturale. Spicca per la valorizzazione ambientale e locale dell’Irlanda il Burren ecotourism network, un gruppo di oltre 70 imprese locali che intende trasformare il Burren e il Cliffs of Moher Geopark in un punto di riferimento mondiale per il turismo sostenibile. Ambiente e valorizzazione della natura anche in Etiopia dove Tesfa Tours organizza trekking speciali condotti da persone del posto attraverso i paesaggi del Paese.

Tra le strutture ricettive ecocompatibili la guida invita a scoprire il Grootberg Lodge, in Namibia, un lussuoso resort a basso impatto ambientale che contribuisce a salvaguardare le popolazioni di leoni e rinoceronti neri attraverso la responsabilizzazione della comunità.

Infine ci sono tre destinazioni che meritano di essere visitate: la città californiana di San Diego come eterogeneo rifugio di artisti e importante fulcro culturale; Amman, in Giordania, per la sua rinomata ospitalità che affonda le origini nelle tradizioni levantine e beduine; e le Sea Islands, al largo della costa sud-orientale degli Stati Uniti, meta isolata e tranquilla, i cui abitanti, i gullah-geechee, hanno conservato il retaggio culturale africano più ricco della nazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA