Sabato 01 Luglio 2006

Le regole dei saldi estivi

Il periodo dei saldi estivi, che comincia con il primo luglio, durerà 60 giorni come previsto dalla normativa regionale e si chiuderà il 29 agosto. Alle vendite di fine stagione sono interessati nella nostra provincia 1.848 attività per il settore dell’abbigliamento, di cui 424 in città, e 299 per il settore calzature e pelletteria, di cui 72 in città. Dopo i saldi, a partire dal 30 agosto, sarà possibile iniziare le vendite promozionali (che non possono invece essere effettuate durante i saldi e dal 25 novembre al 31 dicembre).Per i saldi, come sempre, valgono alcune precise regole:•i capi proposti in saldo devono avere carattere stagionale o di moda ed essere suscettibili di notevole deprezzamento se non venduti entro un certo periodo di tempo; •il prodotto ribassato deve indicare il prezzo normale di vendita e lo sconto (l’indicazione del prezzo finale è facoltativa); •la prova dei capi è a discrezione del negoziante; •le carte di credito devono essere accettate da parte del negoziante qualora sia esposto nel punto vendita l’adesivo che attesta la relativa convenzione; •il negoziante non è tenuto a sostituire il capo acquistato a meno che non sia danneggiato o non conforme (art. 1519 ter cod. civile introdotto da D.L.vo n.24/2002), in questo caso scatta l’obbligo della riparazione o della sostituzione del capo e, nel caso ciò risulti impossibile, la riduzione o la restituzione del prezzo pagato. Il compratore è però tenuto a denunciare il vizio del capo entro due mesi dalla data della scoperta del difetto.(01/07/2006)

a.campoleoni

© riproduzione riservata

Tags