Lunedì 03 Novembre 2008

Università per anziani
Al via il nuovo anno accademico

Ripartono le attività dell’Università per Anziani di Bergamo, iniziativa promossa da Anteas, associazione per la terza età della Fnp Cisl. Da novembre a maggio si snoderanno lezioni e visite guidate del 27° anno accademico. Quest’anno il filo conduttore parla di Bergamo e dei suoi bergamaschi: «Una città nel mondo – Bergamaschi protagonisti nelle arti, nelle lettere, in economia e nella cultura». Verranno quindi analizzati i personaggi di Colleoni, Manzù e Gavazzeni, Quarenghi e Mai, Donizetti e Caravaggio, per chiudere con l’orgoglio più grande di questa terra: Papa Giovanni.«Bergamo è stata una terra in cui molti dei suoi abitanti furono costretti o decisero di andare altrove – spiegano Mario Fiorendi e Giuseppe Della Chiesa, direttore del corso e presidente di Anteas -, ma ovunque arrivassero hanno dato lustro alla loro città, nelle attività artistiche, come in quelle culturali o scientifiche. Il corso di quest’anno, perciò vuole essere un omaggio ai tantissimi concittadini che con le loro fatiche, i sacrifici, i talenti hanno favorito lo sviluppo di tutti noi».Tutti i giovedì, dal 13 novembre al 14 aprile (fatte salve le pause per le festività), nella sala Borsa Merci di via Petrarca, si terranno quindi i corsi dell’ateneo cislino. La giornata inaugurale vedrà il sindaco di Bergamo, Roberto Bruni, dissertare di «Bergamo: da città di emigrati a patria di immigrati», aprendo la strada alla prima parte del corso, che tratterà appunto di flussi migratori, in entrata e in uscita, sotto vari aspetti.A partire da giovedì 11 dicembre, il secondo «modulo» dei corsi sarà invece centrato su «I cittadini del mondo – i protagonisti dal medioevo ali tempi della Serenissima» mentre da febbraio i protagonisti delle conferenza saranno «I Bergamaschi cittadini del mondo tra il 18° e 19° secolo».Infine le iniziative collaterali dell’Università prevedono per questa edizione la visita guidata a Bressanone e Vipiteno (12–14 dicembre); una gita ai castelli e ai borghi storici della Valle d’Aosta (3 giorni tra Marzo e Aprile) e infine un viaggio in Andalusia per una settimana al termine dei corsi. L’iscrizione ai corsi si effettua presso gli uffici dell’Anteas di via Carnovali 88 a Bergamo.(03/11/2008)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata