San Martino: la raccolta degli abiti
servirà per i progetti sull'Aids

San Martino: la raccolta degli abiti servirà per i progetti sull'Aids

Sono 144 i nuovi casi di persone sieropositive registrate e Bergamo nel 2008: più del 60% sono eterosessuali. Gli Ospedali Riuniti seguono circa 2.000 persone con Hiv. Siamo ormai lontani dai tempi in cui l’Aids veniva vissuta come la «peste del nuovo millennio» e in cui i malati erano immediatamente associati ai tossicodipendenti o agli omosessuali.

Proprio all’Aids è dedicata la Giornata diocesana della carità in programma a partire da venerdì e ai progetti delle comunità alloggio della Caritas diocesana bergamasca sarà destinato il ricavato della raccolta di San Martino in programma per sabato.

Per l’occasione proprio a Bergamo si svolgerà un convegno nazionale del Cica, il Coordinamento italiano delle case alloggio Hiv/Aids. «Abbiamo accolto il suggerimento di molti parroci di spostare le giornate diocesane della carità dalla prima domenica di Quaresima perché interrompevano un cammino di preparazione alla Pasqua – spiega don Claudio Visconti, direttore della Caritas diocesana bergamasca –. Abbiamo pensato di proporre l’accostamento con la tradizionale raccolta di San Martino: in questo modo il cammino di fede sarà costituito da un momento di formazione, dall’attenzione liturgica e dalla testimonianza».

«L’attenzione all’Aids non è casuale – riflette don Visconti –: in un anno in cui non abbiamo potuto che occuparci della crisi economica e delle famiglie messe in difficoltà dalla perdita del lavoro volevamo ricordare che alcune situazioni di disagio non sono sparite. Ci sono e sono nei nostri cuori e richiedono il nostro impegno. L’Aids in particolare è ogni giorno più invisibile, ma c’è. È importante parlarne: abbiamo preparato una brochure con i dati forniti dalle strutture sanitarie, ma anche l’indicazione dei nostri servizi e che sarà a disposizione delle parrocchie». A Bergamo infatti ci sono tre comunità alloggio (Casa San Michele, Casa Rapahel, Casa don Bepo), il progetto Vivere al Sole per i bambini sieropositivi, l’auto aiuto e l’ascolto (con l’associazione Comunità Emmaus, Alt di Treviglio). Con Oasi Gerico poi la Caritas sostiene i bimbi colpiti dal virus in Romania e Tanzania.

Per conoscere meglio e approfondire il Cica promuove un seminario nazionale di due giorni ad Albino nella scuola apostolica Sacro Cuore (via padre Leone Dheon 1) su «Cronicità. Tempo sospeso» in programma da oggi alle 14,30 e per tutta la giornata di domani. Venerdì 13 invece al Centro Congressi si terrà il convegno nazionale «Diritti di tutti, tutela di ciascuno» a partire dalle 9 con testimonianze, la presenza della presidente Luisa Sanvito, una tavola rotonda moderata da Ivo Lizzola, preside della facoltà di Scienze della formazione, l’attore Moni Ovadia.

Alle famiglie che affrontano il dramma dell’Aids saranno devoluti i fondi della raccolta di San Martino in programma per sabato con le parrocchie impegnate nella raccolta dei tradizionali sacchi gialli di abiti usati ma anche di generi alimentari a lunga conservazione. Per i volontari che sono impegnati sono stati disposti otto centri di raccolta e un punto di raccolta finale alla cascina Battaina di Urgnano.

Tutte le informazioni sul sito Internet della Caritas diocesana bergamasca (oltre che negli allegati qui a fianco). «Tutte le parrocchie – conclude don Visconti – sono poi invitate domenica a pregare per le persone affette da Hiv, e malate di Aids e per le loro famiglie».

© RIPRODUZIONE RISERVATA