Giovedì 12 Novembre 2009

Guardia medica, da sabato
rinforzi in dodici ambulatori

Arriva il servizio rinforzato per la guardia medica: si tratta di una riorganizzazione del servizio di continuità assistenziale che introduce in sostanza una piccola rivoluzione. In 12 ambulatori dislocati in provincia e in città il servizio di guardia medica nei giorni prefestivi e festivi verrà ripensato: non solo «copertura» in assenza del servizio medico di base (certificati per malattie, ricette per farmaci e visite mediche a domicilio o consulenza telefoniche) ma in più sarà un servizio ambulatoriale a porte aperte», ovvero ad accesso libero, sia nei wekkend sia nei prefestivi e festivi e non prevede prenotazioni.

«È il primo passo verso una completa ristrutturazione della guardia medica, secondo un piano di riordino che abbiamo allo studio già da un anno e che punta all’istitutzione di un numero unico di guardia medica per ottimizzare, in rete, i servizi e gli interventi domiciliari – sottolinea il direttore sanitario dell’Asl di Bergamo, Giuseppe Imbalzano – . Si parte, intanto, con questa riorganizzazione strutturata degli ambulatori che per ora riguarda 12 postazioni; a Bergamo viene raddoppiata: oltre alla sede della Croce Rossa, tradizionale per la guardia medica, ci sarà un nuovo ambulatorio aperto all’interno della casa di riposo in via Gleno. In questo si effettueranno visite a porte aperte, anche senza prenotazione, mentre il punto nella sede della Croce Rossa sarà prettamente dedicato alla continuità assistenziale».

Il progetto riguarda l’innovazione in 16 ambulatori in totale, altri 4 quindi (a Piario, Vilminore, Zogno e Sant’Omobono n.d.r.) entreranno nella riorganizzaizone in un secondo momento.

Il servizio ambulatoriale a libero accesso, con doppi medici nei presidi Asl sul territorio, sarà attivo in queste 12 postazioni: Alzano, Piazza Brembana, Romano di Lombardia, Bonate Sotto, Dalmine, Grumello, Seriate, Casazza, Treviglio, Sarnico, Lovere, Bergamo (per indirizzi e numeri di telefono consultare il sito www.asl.bergamo.it).

Tutti i dettagli su L'Eco di Bergamo del 12 novembre

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags