Martedì 05 Gennaio 2010

Sebino, vandalismi su binari
Danneggiata una locomotiva

Non è un periodo facile per la linea Brescia-Iseo-Edolo delle Ferrovie Nord: solo due mesi fa si è verificato uno scontro fra due treni a Vello di Marone, sul Sebino, mentre la vigilia di Natale una frana ha interrotto la linea a Sonico, in alta Vallecamonica, e la circolazione dei treni non è ancora ripresa normalmente. L’ultimo episodio risale all’alba di lunedì, quando un treno ha rischiato di deragliare a Sale Marasino a causa di un cavalletto messo sui binari da vandali ignoti e irresponsabili. Una scia di episodi che penalizza un mezzo di trasporto alternativo all’automobile, tanto più prezioso in questo periodo dell’anno, quando la statale 42 è invasa dagli sciatori bresciani, bergamaschi e milanese che vogliono raggiungere Ponte di Legno e il Tonale per praticare il loro sport preferito.

Alle 5,15 di lunedì il treno che era partito da Iseo, senza nessun passeggero a bordo, e che doveva arrivare a Breno, mentre stava attraversando il centro abitato di Sale Marasino, all’altezza di un passaggio a livello, ha sbattuto contro un cavalletto che qualcuno aveva abbandonato sui binari. Si tratta di un segnale di pericolo solitamente utilizzato per i lavori sulle strade o nei cantieri edili: un cartello in legno orizzontale, con supporti in ferro. In base alle prime ricostruzioni, il macchinista del treno avrebbe notato l’oggetto sui binari ma, nonostante viaggiasse a velocità ridotta, non sarebbe riuscito a frenare in tempo per evitare l’impatto. La motrice del treno è quindi finita addosso al cavalletto scaraventandolo lontano.

Gli inquirenti stanno ora indagando per ricostruire quanto accaduto, visionando anche le telecamere di sorveglianza che sono sparse a Sale Marasino e che potrebbero fornire qualche indicazione per individuare i responsabili.

e.roncalli

© riproduzione riservata