Lunedì 11 Gennaio 2010

Casa distrutta dal rogo: a Parre
scatta una gara di solidarietà

È passata poco più di una settimana da quando un incendio ha distrutto la loro la casa, e già sono molte le iniziative che i compaesani di Parre hanno messo in campo per aiutare la famiglia di Maria Luisa Imberti (rimasta vedova qualche tempo fa) e di sua figlia ventunenne.

Visto che sull’immobile non era stata stipulata alcuna assicurazione, da subito in paese è scattata la mobilitazione per aiutare la concittadina in difficoltà. Una solidarietà senza proclami, rispettosa e discreta, della quale nessuno in paese sembra voler parlare. Prima qualcuno ha dato la propria disponibilità a rendersi utile, anche ospitando le due donne, che hanno potuto trovare una sistemazione in via Duca d’Aosta, sempre nella frazione di Parre Sotto.

Il sindaco Francesco Ferrari ha poi lanciato un appello «alla solidarietà dei concittadini e delle associazioni» per una raccolta fondi; poi l'amministrazione comunale, durante il prossimo Consiglio, approverà lo stanziamento di appositi fondi (probabilmente diecimila euro) per consentire almeno in parte di far fronte alla situazione di emergenza.

«Ci siamo sempre rimboccate le maniche – dicono dalla famiglia colpita dall’incendio – e ora è un po’ strano per noi essere oggetto di tanta attenzione, alla quale non siamo davvero abituate». Ma, del resto, quello che è successo e i danni creati dall’incendio avrebbero messo in difficoltà chiunque.

Maggiori dettagli su L'Eco di Bergamo del 12 gennaio

r.clemente

© riproduzione riservata