Domenica 17 Gennaio 2010

«Un minuto di spesa gratis»
Il vincitore fa il pieno di caramelle

Corsie del supermercato trasformate in pista, dove gli atleti del budget familiare sono sfrecciati con i rispettivi carrelli per caricare il maggior numero possibile di prodotti nello spazio di sessanta secondi. Così è stato allestito idomenica 17 gennaio il punto vendita della Lidl di Treviglio, in occasione del concorso nazionale «Un minuto di spesa gratis» indetto dalla grande catena di distribuzione e andato in scena in 540 punti vendita del territorio italiano.

Quello trevigliese di via Bergamo è stato l’unico nella nostra provincia a ospitare l’iniziativa, insolita e soprattutto esilarante, con tanto di pubblico coinvolto spontaneamente a tifare per i tre concorrenti. Ad avere il diritto di partecipare alla finale sono state tre casalinghe, assidue clienti della Lidl, che nei mesi scorsi si erano iscritte al concorso. Per l’occasione, hanno preferito lasciare il compito a mariti e figli, ben disposti per un giorno a diventare gli assoluti protagonisti della spesa, sfidando il tempo per caricare il carrello della merce più costosa e necessaria alle esigenze familiari.

Dei tre finalisti solo uno se n’è tornato a casa con un magro bottino, per via del tempo tiranno ma anche dell’evidente scarsa dimestichezza tra gli scaffali del supermercato. Hossein Akhlaghi Farsi, iraniano di 48 anni che a Treviglio gestisce da tempo un negozio di tappeti persiani, è stato addirittura rimproverato dalla moglie Claudia per l’infelice scelta dei prodotti. La famiglia, che risiede a Caravaggio, si è portata a casa una spesa di 79,50 euro, fatta per lo più di caramelle.

Più soddisfatta la signora Patrizia Angiolini di Pozzo d’Adda (Milano): infortunata a un ginocchio, ha voluto affidare il compito al figlio Filippo di 24 anni. Nonostante la giovane età, il ragazzo neolaureato è riuscito nel tempo a disposizione a puntare su prodotti più utili, caricando il carrello di salumi, formaggi, detersivi e mangime per il cane. Per lui e i genitori, 188,48 euro di spesa gratis.

Buona anche la prova di Maurizio Viganò, impiegato di 39 anni residente a Dalmine, impegnato a sostituire la moglie Mariangela, che attende un bambino. Per lui 130,82 euro di salumi e detersivi e un po’ di fiatone. Una sfida apparentemente semplice che si è rivelata alla fine una prova faticosa per i tre partecipanti che non avevano certo nel fisico il loro punto di forza.

k.manenti

© riproduzione riservata