Martedì 19 Gennaio 2010

Bioster replica: «Nessuna attività
lesiva della salute pubblica»

«Bioster S.p.A. in relazione ai provvedimenti giudiziari con i quali questa mattina il G.I.P. di Pescara ha ordinato la custodia agli arresti domiciliari a carico di 13 suoi dirigenti e collaboratori è fiduciosa che il corso delle indagini consentirà di appurare la bontà del suo operato, atteso che non ha mai posto in essere alcuna attività lesiva della salute pubblica e che la stessa opera in questo settore da più di trent’anni con ottimi risultati e con la gratificazione della numerosa clientela.

Si precisa che l’impiego dell’Ossido di Etilene è una tecnologia approvata da tutti gli Enti nazionali ed internazionali ed il trattamento effettuato della Bioster, abbattimento compreso, è tale da avere un inquinamento ambientale pari a zero. Pertanto, il vertice della Bioster, azienda che occupa più di duecento dipendenti, continua nella sua operatività in tutti gli stabilimenti, assicurando la solita qualità e continuità del servizio, nella consapevolezza della correttezza del proprio operato e fiduciosa che verrà al più presto fatta luce sulla spiacevole vicenda nelle sedi competenti. Parimenti, l’Azienda garantirà con la propria struttura gli impegni assunti con i terzi e con la sua clientela, nel pieno rispetto di tutte le regole del settore».

k.manenti

© riproduzione riservata