Giovedì 21 Gennaio 2010

Il Manifesto no, La Padania si
All'emeroteca scoppia la polemica

L’orientamento politico delle pubblicazioni nell’emeroteca fa discutere a Dalmine. A scatenare il dibattito in Consiglio comunale è stata un’interrogazione urgente del capogruppo della lista di maggioranza della Lega Nord, Enrico Dapoto, nel quale si chiede all’assessore alla Cultura e alle Tradizioni Gianluca Iodice perché nell’emeroteca comunale non siano più disponibili pubblicazioni quali «La nuova ecologia», «Il Manifesto», «Left avvenimenti» e «La Rinascita della Sinistra».

Nel contempo però – come ha fatto notare il consigliere Dapoto che ha chiesto le motivazioni della scelta – in biblioteca è disponibile «La Padania». A chiarire i dubbi è intervenuto l’assessore Iodice che ha confermato che dal 2010 l’emeroteca non acquisterà più «Il Manifesto», nonché altre testate palesemente schierate a sinistra. Sarà invece presente «La Padania», donata dalla sezione locale.

«Mi aspetto che la cosa venga strumentalizzata: si sosterrà che la nuova amministrazione ha eliminato una testata per sostituirla con un’altra, ad essa più gradita. Ma non è successo nulla del genere – ha dichiarato l’assessore Iodice –: l’abbonamento del quotidiano della Lega è senza onere per il Comune in quanto donato dalla locale sezione, mentre il quotidiano comunista veniva pagato con i soldi di tutta la cittadinanza. In base allo stesso principio, resterà disponibile L’Unità, che viene conferita gratuitamente all’emeroteca».

Iodice non ha risparmiato uno stoccata alla precedente amministrazione: «Chi si lamenta oggi lo fa in malafede, piuttosto che stupirsi della mia scelta bisognerebbe stupirsi della situazione precedente: perché "Il Manifesto" sì e "Il Foglio" no? Ma nessuno della precedente maggioranza ha mai alzato un dito per richiedere il rispetto del diritto d’informazione di chi la pensava diversamente. Finché ci sarò io questo non si ripeterà, in nessuna direzione». Sulla vicenda il consigliere di minoranza Adriano Fanzaga, capogruppo di Dalminechiara, ha annunciato che presenterà una mozione.

a.ceresoli

© riproduzione riservata