Giovedì 04 Febbraio 2010

Il Cai cerca volontari
per i rifugi orobici

Nelle Alpi Orobie bergamasche sono presenti diversi rifugi alpinistici ed escursionistici, capanne sociali e bivacchi che ne facilitano, incoraggiano e valorizzano la frequentazione. Le sezioni e le sottosezioni di Bergamo del Cai da sempre contribuiscono, assieme ai gestori autentici custodi del territorio montano, a mantenere, migliorare e promuovere l'uso di questi indispensabili presidi culturali, ambientali e di sicurezza nelle “Terre Alte” consentendo alla grande comunità di alpinisti, escursionisti e camminatori di trovare sempre accoglienza, ospitalità e convivialità nelle proprie strutture in quota.

In particolare la Sezione di Bergamo mette al servizio di tutti i frequentatori delle belle Orobie dieci rifugi, “Angelo Gherardi”, “Alpe Corte”, “Laghi Gemelli”, “Fratelli Calvi”, “Fratelli Longo”, “Antonio Baroni alla Brunone”, “Coca”, “Antonio Curò”, “Luigi Albani” e “Nani Tagliaferri” che richiedono un impegno costante sia di manutenzione, ordinaria e straordinaria, che di necessario affiancamento ai gestori nella soluzione dei problemi che sempre si pongono nella conduzione di strutture ricettive così severamente impegnate dalle condizioni operative, atmosferiche e ambientali.

Tale assistenza è sostenuta grazie all'impegno dei volontari del Cai che, nella forma di Tecnico e/o Ispettore del Rifugio e coordinati nella Commissione Rifugi, attualmente presieduta da Claudio Zucchelli, con lavoro, intelligenza e passione contribuiscono a mantenere efficienti, confortevoli e accoglienti i nostri rifugi alpinistici ed escursionistici. Negli ultimi anni l'impegno è ulteriormente aumentato a seguito dell'estensione ai rifugi delle normative di sicurezza, antincendio, sanitaria e impiantistica tipiche di tutti gli esercizi pubblici, mentre l'evoluzione dei frequentatori dei rifugi ha portato all'esigenza di incrementare e perfezionare i servizi offerti in rifugio.

Enti pubblici come Regione Lombardia, che si è dotata della legge sui rifugi del 3 febbraio 2009 n.2 ed ha approvato il nuovo Regolamento sui requisiti dei rifugi il 28 gennaio 2010, la Provincia e il Comune di Bergamo, le Comunità Montane, il Parco delle Orobie Bergamasche, e diverse Amministrazioni comunali hanno riconosciuto nel Club Alpino Italiano il partner più autorevole per realizzare progetti di sviluppo del territorio montano attraverso l'ammodernamento dei rifugi e il miglioramento delle loro capacità, tipicità e qualità ricettive, tramite interventi di manutenzione, conservazione e messa a norma in conformità ai nuovi dettati legislativi.

Per continuare a offrire rifugi ed esperienze di qualità a tutti gli appassionati il Cai cerca nuovi volontari. Per l'assistenza ai rifugi ed ai gestori si cercano essenzialmente due figure: tecnico e ispettore. Il tecnico si occupa dei problemi pratici di manutenzione, cura e modifica della struttura del rifugio, e gli è quindi richiesta una certa esperienza nelle pratiche edilizie e impiantistiche. L'ispettore ha invece il compito, oltre a quello di verificare che la gestione del rifugio sia conforme a quanto stabilito dalle finalità e funzioni Cai, di affiancare il gestore nella risoluzione delle problematiche di conduzione tipiche dei rifugi alpinistici ed escursionistici.

Per maggiori informazioni si può contattare la Commissione Rifugi CAI di Bergamo alle email: [email protected] (Claudio Zucchelli, Presidente Commissione Rifugi CAI Bergamo) [email protected] (Enrico Villa, Vicepresidente Commissione Rifugi CAI Bergamo) [email protected] (Pietro Pasinetti, Segretario Commissione Rifugi CAI Bergamo)

k.manenti

© riproduzione riservata

Tags