Venerdì 05 Febbraio 2010

Clusone, per il mercato
fondi dalla Regione

C'è anche il mercato di Clusone fra i 31 di valenza storica e di tradizione individuati dalla regione tra gli 86 complessivamente attivi in Lombardia. Quelli scelti dal Pirellone beneficeranno dello stanziamento complessivo di due milioni di euro approvato lo scorso ottobre dalla Giunta regionale. A Clusone arriveranno 30 mila euro.

È stata infatti approvata la prima graduatoria del bando "Iniziative per la qualificazione del commercio su area pubblica nei Comuni sede dei mercati riconosciuti di valenza storica o di particolare pregio", che prevede incentivi per la riqualificazione e l'adeguamento degli spazi dedicati al commercio su area pubblica in Lombardia. Incentivo che si prevede possa generare investimenti per oltre 4 milioni di euro.

«Abbiamo scelto di mettere in atto un importante strumento finanziario ad hoc per il commercio su aree pubbliche di rilievo storico - ha detto l'assessore  Nicoli Cristiani - per sostenere l'attività dei mercati che, oltre a costituire un'efficace integrazione dell'offerta commerciale al dettaglio in sede fissa, contribuiscono a mantenere il servizio commerciale nel solco della tradizione del nostro territorio».

Il contributo regionale stanziato con il bando, coordinato all'impegno dei Comuni, finanzierà interventi relativi alla pavimentazione e alla delimitazione delle aree di mercato e dei posteggi, all'accessibilità e alla sicurezza delle aree e alla logistica delle merci. I contributi serviranno, inoltre, per finanziare impianti per la raccolta dei rifiuti, impianti d'illuminazione e allacciamenti alle reti idrica, elettrica e fognaria e per la qualificazione dell'arredo urbano e del verde pubblico.

«Le proposte di progetto pervenute - aggiunge Nicoli Cristiani -  hanno riguardato tutte le tipologie di intervento previste dal bando. Questo risultato ci permetterà di proseguire con impegno il percorso intrapreso per mantenere alta la qualità e l'attrattività dei mercati storici di Lombardia».
L'agevolazione finanziaria prevista consiste in un contributo a fondo perduto nella misura massima del 40% del valore dell'investimento ammesso. Il contributo massimo per ciascun Comune è stato di 60.000 euro.

Ecco l'elenco dei contributi:
Bergamo
Clusone (Bg),    mercato di valenza storica di tradizione,  30.000
euro;

Brescia
Orzinuovi (Bs), mercato di valenza storica di tradizione, 60.000
euro; Edolo (Bs)    mercato di valenza storica di tradizione,
60.000 euro; Palazzolo sull'Oglio (Bs), mercato di valenza storica di tradizione, 60.000 euro; Salò (Bs), mercato di valenza storica di tradizione, 60.000 euro; Rovato (Bs),    mercato di valenza storica di tradizione,
49.311 euro; Nave (Bs),    mercato di valenza storica, 60.000 euro;
Cedegolo (Bs), mercato di valenza storica, 60.000 euro;
Carpenedolo (Bs),    mercato di valenza storica di tradizione,
60.000 euro; Borgosatollo (Bs),    mercato di particolare pregio,
13.878 euro; Cazzago San Martino (Bs),    mercato di valenza
storica, 17.955 euro;

Como
Appiano Gentile (Co), mercato di valenza storica di tradizione,
55.999 euro; Olgiate Comasco (Co), mercato di valenza storica,
7.195 euro; San Fedele Intelvi (Co), mercato di valenza storica,
2.971 euro; Cremona, mercato di valenza storica di tradizione,
23.722 euro;

Cremona
Pandino (Cr), mercato di valenza storica di tradizione, 9.600 euro; Galbiate (Lc), mercato di valenza storica, 15.334 euro;

Lodi
Sant'Angelo Lodigiano (Lo), mercato di valenza storica, 60.000 euro; Codogno (Lo), mercato di valenza storica di tradizione, 60.000 euro;

Mantova
Bozzolo (Mn), mercato di valenza storica di tradizione, 44.383 euro; Bagnolo San Vito (Mn), mercato di valenza storica, 39.676 euro; Goito (Mn), mercato di valenza storica di tradizione,
18.921 euro; Marcaria (Mn), mercato di valenza storica di tradizione, 50.647 euro; Gazoldo degli Ippoliti (Mn),mercato di valenza storica di tradizione, 10.483 euro; San Giacomo delle Segnate (Mn), mercato di valenza storica, 35.360 euro;

Milano
Trezzo sull'Adda (Mi), mercato di valenza storica di tradizione,
6.238 euro; Sedriano (Mi), mercato di valenza storica, 60.000 euro;

Pavia
Stradella (Pv), mercato di valenza storica di tradizione, 60.000 euro; Belgioioso (Pv), mercato di valenza storica di tradizione,
44.986 euro; Pieve Porto Morone (Pv),    mercato di valenza
storica, 15.780 euro;

Varese
Castellanza (Va), mercato di valenza storica, 10.200 euro.

r.clemente

© riproduzione riservata