Venerdì 12 Febbraio 2010

Almenno, il Tar boccia il ricorso
Brioschi resta il sindaco del paese

I conti tornano. Gianbattista Brioschi e il suo gruppo possono continuare a governare Almenno San Bartolomeo. Il Tribunale amministrativo regionale di Brescia, l'altro ieri, ha respinto il ricorso della minoranza della Lega Nord che aveva chiesto il riesame delle schede delle ultime consultazioni elettorali.

Lo scorso 6 e 7 giugno, alle comunali di Almenno San Bartolomeo, si erano presentate tre liste: con 1.406 voti Gianbattista Brioschi della lista «Per una cittadinanza attiva almennese» aveva conquistato la carica di sindaco e 11 seggi in Consiglio comunale; una lista giovane quella di Brioschi, con pochi candidati con esperienza amministrativa e un solo esponente, l'attuale vicesindaco Alessandro Frigeni, facente parte dell'amministrazione uscente di Gianantonio Tagliabue. La Lega Nord, guidata da Alice Ravasio, aveva ottenuto 1.398 preferenze e tre seggi, a soli otto voti dalla lista vincitrice; terzo il gruppo «Lista civica nuova Almenno San Bartolomeo» che aveva avuto 734 voti e due seggi. Quindi solo otto voti dividevano la lista vincitrice dal Carroccio di Ravasio. Una distanza risicata sulla quale la Lega Nord voleva fare il massimo della chiarezza.

Secondo i Lumbard ci sarebbero stati alcuni errori di trascrizione nei verbali, tali da non consentire la ricostruzione di voti validi e poi 13 voti probabilmente dichiarati erroneamente nulli. Da qui la decisione di chiedere al Tribunale amministrativo il riconteggio delle schede. Cosa che è avvenuta, alla presenza dei rappresentanti delle due liste, in Prefettura. In particolare sono state veriricate, su richiesta del Tar, le schede nulle della prima e della terza sezione. Il riconteggio e la verifica dei verbali hanno in pratica confermato i risultati dello scorso giugno assegnando quindi la vittoria alla lista del sindaco Brioschi.

a.ceresoli

© riproduzione riservata

Tags