Venerdì 19 Febbraio 2010

«Più produttività ed efficienza»
Seriate sperimenta la riforma Brunetta

Il Comune di Seriate aderisce alla sperimentazione della riforma della pubblica amministrazione introdotta dal ministro Renato Brunetta, in nome di maggior produttività, efficienza e qualità dei servizi, a favore della soddisfazione del cittadino. Su oltre 8.000 comuni italiani, ad oggi sono 301 gli enti locali nazionali che aderiscono alla sperimentazione. Tra questi, due sono bergamaschi: Seriate e Romano di Lombardia.

Il sindaco di Seriate, Silvana Santisi Saita afferma: «La nostra adesione mostra la volontà del Comune di aderire pienamente alla riforma, per migliorare i servizi. La nostra amministrazione, nei limiti del possibile e delle risorse disponibili di personale, è consapevole di non avere sempre risposto adeguatamente alle richieste dei cittadini, ma punta ad erogare servizi di qualità. Ora la scommessa è renderci ancora più trasparenti agli occhi della comunità, che giudicherà il nostro operato. Questo sarà per noi un incoraggiamento per migliorare ulteriormente alcune criticità nei servizi offerti».

Lo scorso 4 febbraio a Roma, tra i 301 comuni aderenti, anche Seriate ha partecipato all'incontro di presentazione del protocollo d'intesa tra Ministero della Pubblica Amministrazione e Associazione nazionale Comuni Italiani. La sperimentazione prevede, da parte del personale dell'amministrazione pubblica, il perseguimento di indicatori di miglioramento di produttività ed efficienza, che verranno stilati a livello nazionale da un gruppo di studio, confrontando le buone prassi dei diversi comuni. Sarà il cittadino a misurare il grado di efficienza degli uffici comunali, rispondendo ad un questionario di «customer satisfaction», che lo stesso gruppo di studio fornirà ai diversi comuni entro l'estate.

e.roncalli

© riproduzione riservata