Lunedì 22 Febbraio 2010

Azzano, scontro con un camion
muore 75enne di Grassobbio

Scontro mortale lunedì mattina ad Azzano San Paolo in via per Grassobbio, nei pressi della ditta Dhl. Secondo i primi rilievi, verso le 10.15 un pensionato che viaggiava su una Fiat Punto diretto verso il centro di Azzano è stato urtato dal braccio idraulico di un macchinario trasportato su un autocarro Iveco, che viaggiava nella direzione opposta. Il braccio si sarebbe aperto improvvisamente, travolgendo in pieno la Punto e sollevandola di un metro dalla strada attraverso il parabrezza.

L'urto è stato molto violento e la Fiat è stata sbalzata contro una Ford Fiesta che la seguiva, su cui viaggiava una coppia di giovani. Per il pensionato alla guida della Punto non c'è stato nulla da fare: si tratta di un 75enne di Grassobbio, Gianluigi Carminati, morto sul colpo. Sul posto sono subito intervenute le ambulanze del 118, i vigili del fuoco e la polizia stradale di Bergamo.

I pompieri, intervenuti con due squadre, hanno estratto il corpo del pensionato, rimasto incastrato tra le lamiere. La Fiesta era condotta da un 32enne di Bergamo che aveva accanto la fidanzata. Il giovane è rimasto ferito in modo lieve, illesi la ragazza e il conducente del camion, un 64enne di Zanica. Gianluigi Carminati, ex autista in pensione, originario di Longuelo, viveva con la moglie a Grassobbio: lascia nel dolore anche cinque figli. Una delle figlie, arrivata sul posto poco dopo lo schianto, ha avuto un malore ed è stata soccorsa dai medici del 118.

Gli accertamenti sono in corso per capire perchè il braccio del macchinario si sia aperto: il conducente del camion è stato indagato per omicidio colposo. La strada è rimasta chiusa fino a mezzogiorno per consentire i rilievi di legge. 

k.manenti

© riproduzione riservata