Mercoledì 24 Febbraio 2010

La lettera: «Il semaforo di Colzate
crea lunghe colonne ed è inutile»

«Sono uno dei numerosi pendolari che ogni mattina percorre la strada Provinciale della Valle Seriana, partendo da Bergamo per arrivare a Parre, il mio luogo di lavoro. Dopo tanto tempo, sono circa 6 anni che faccio il pendolare, dopo servizi al telegiornale e a diverse testate giornalistiche, interventi dei politici in pompa magna per accaparrarsi dei voti, finalmente qualcosa è stato fatto per alleggerire e migliorare il traffico sulla strada, ma come sempre le cose vengono fatte "all'Italiana"».

«Mi riferisco, per venire al punto, al semaforo di Colzate che, come da promesse e articoli, doveva essere tolto una volta ultimate le due rotatorie, quella architettonica e parabolica di Casnigo e quella di Vertova. Bene, le due rotatorie sono state ultimate ormai da diverso tempo ma questo simpatico semaforo è ancora lì funzionante e l'unico servizio che fa è quello di creare colonna a coloro che scendono dalla valle e a coloro che salgono facendo irritare i numerosi automobilisti che percorrono questo tratta di strada».

«E il tutto per far passare forse 4, 5 macchine. Ora voi mi darete la spiegazione che essendo cambiate le forze politiche, le amministrazioni pubbliche provinciali e comunali di Vertova, Colzate e Casnigo, si dovrà rivedere il piano che regola e gestisce il traffico, mettere d'accordo diverse persone ma alla gente che va in giro a lavorare nessuno ci pensa?»

«Il lunedì, soprattutto è questo il giorno peggiore, si impiega mezz'ora per percorrere più o meno 3 km, dal ponte del Costone a questo semaforo, ma vi sembra una cosa logica? Non lo si può eliminare definitivamente?».
 Alessandro Gorla

m.sanfilippo

© riproduzione riservata