Venerdì 12 Marzo 2010

Zanzibar, vacanze da incubo
Ecco il «generatore» di corrente

Tra dicembre e gennaio due famiglie bergamasche sono andate in vacanza in un villaggio turistico a Zanzibar, dove hanno vissuto un «incubo»: stanze sporche e piene di insetti ma soprattutto niente energia elettrica: perciò niente acqua, niente frigorifero per conservare i cibi né ventilatori, il tutto a 40 gradi.

La mancata fornitura di energia elettrica avrebbe dovuto essere supplita da un generatore che però, come si nota nella foto inviataci dai malcapitati, non era esattamente in ottime condizioni.

«Non funzionava nulla – racconta Cristina Frassoni, partita insieme al marito e ai due figli piccoli –. Ci servivano cibo avariato e non avevamo acqua, siamo stati anche male». Al ritorno le due famiglie, insieme ad altre 60 che hanno condiviso la spiacevole esperienza, hanno chiesto un risarcimento al tour operator che gestisce il villaggio: la risposta è stata un'altra vacanza in omaggio con la stessa agenzia.

Le famiglie hanno rifiutato e si sono rivolte al Movimento consumatori, per un'azione collettiva (class action) contro il tour operator.

Sa. Ag.

a.ceresoli

© riproduzione riservata