Venerdì 02 Aprile 2010

Meteo, oggi piccola tregua
ma la Pasqua sarà bagnata

Non poteva succedere in un giorno diverso, perché si è trattato di un vero e proprio «pesce d'aprile» atmosferico. Parliamo della nuova, incredibile burrascata di giovedì, che ha portato la neve a guardare dai colli la città di Bergamo, mentre nelle alte valli grossi fiocchi di neve si sono spinti nel fondovalle fin verso i 500 metri, durante i rovesci più intensi.

La situazione meteo è dichiarata instabile da alcuni giorni, e tale resterà fino a Pasqua, quindi qualcosa ci si aspettava, ma la sorpresa giovedì è andata ben oltre, trasformandosi in diverse ore di precipitazione continua, in pieno stile quasi invernale. Con lo zero termico sceso a 1000 metri, ecco quindi spiegati i 20 centimetri di neve nuova misurati giovedì sera alla Genzianella del Ponte dell'Acqua, sopra Mezzoldo.

Per spiegare meglio questo «pesce», serve dire che il sole, appena oltre l'Adda, ha comandato per tutto il giorno, con il Piemonte in cielo sereno, scavalcato dalle correnti atlantiche che si rigeneravano in nubi proprio sopra la Lombardia, andando verso Est.

La giornata di oggi - venerdì - vivrà una temporanea stabilità, con più sole e solo alcuni cumuli pomeridiani sui colli, ma con tempo asciutto. Ma l'insidia di Pasqua purtroppo era ben visibile, giovedì, dall'occhio del satellite. Da sabato, nuova depressione in arrivo, con piogge che si estenderanno alla domenica. Un po' di sole è rimandato a Pasquetta.

Roberto Regazzoni

a.ceresoli

© riproduzione riservata

Tags