Domenica 16 Maggio 2010

Fuga in auto dopo lo schianto
Rintracciati grazie al cellulare

Violento incidente, nella notte tra sabato 15 e domenica 16 maggio, all'incrocio tra via Dei Caduti e via Al Brembo, a Curno: una Lancia Y, guidata da una ventisettenne di Costa di Serina, è stata ridotta a un ammasso di lamiere nello scontro con una Ford Focus che sarebbe uscita dall'incrocio, a quanto pare all'improvviso, nonostante il semaforo fosse rosso.

Gli occupanti della Ford Focus, due uomini e una donna residenti nella Bergamasca, non si sono però fermati a prestare soccorso e si sono allontanati a tutta velocità. La 27enne, ferita e sotto choc, ha avuto comunque la forza di chiedere aiuto: sono immediatamente intervenuti gli agenti della polizia stradale di Bergamo che hanno avviato gli accertamenti per risalire all'auto che era rimasta coinvolta nell'impatto. I «fuggitivi» però avevano nel frattempo commesso anche qualche errore e nelle prime ore della mattinata di domenica le forze dell'ordine hanno individuato gli occupanti della Ford Focus: infatti, i tre dopo essersi allontanati dal luogo dell'incidente, devono essersi fermati poco più avanti e uno di loro, scendendo per un attimo dalla vettura, ha perso il cellulare. E proprio attraverso questo telefono cellulare gli agenti della Stradale sono riusciti a individuare uno degli occupanti della vettura, e quindi anche gli altri due.

L'uomo, rintracciato e accompagnato nella mattinata in via Noli nei locali della Stradale è stato sottoposto all'alcoltest e il suo tasso etilico è risultato 1,81 (il massimo consentito dalla legge è 0,50); con lui sono stati rintracciati anche l'altro uomo che viaggiava nella Ford Focus e la donna che era con loro. Tutti e tre, stando a quanto risulta, avrebbero ammesso di essere coinvolti nell'incidente di Curno, ma gli agenti non hanno potuto, in base alle dichiarazioni contraddittorie fornite dai tre, stabilire con certezza chi fosse al volante della Ford Focus al momento dell'incidente.

La donna che era al volante della Lancia Y, intanto, nella nottata è stata accompagnata al pronto soccorso per una visita e accertamenti medici: per fortuna le sue condizioni sono state giudicate soddisfacenti, ha riportato contusioni e traumi lievi giudicati guaribili in pochi giorni. L'auto, invece, è risultata pesantemente danneggiata.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata