Mercoledì 19 Maggio 2010

Digitale terrestre
ecco cosa sapere

L'avvio della prima fase del passaggio al digitale terrestre, con lo spegnimento di Raidue e Retequattro dal segnale analogico, per diversi cittadini bergamaschi è stata tutt'altro che facile. Numerose le segnalazioni di problemi di ricezione del segnale digitale e, soprattutto, difficoltà nella sintonizzazione dei canali.

Per far funzionare correttamente il digitale è sufficiente seguire alcuni semplici passaggi. Il primo passo da compiere riguarda il collegamento fra antenna e apparecchiature. Al decoder va collegata la presa d'antenna e il televisore mediante la presa Scart (la presa analoga a quella usata per collegare il videoregistratore e il decoder satellitare).

Nella maggioranza dei casi non occorre cambiare la propria antenna di ricezione terrestre (l'antenna tradizionale). Infatti gli impianti di radioricezione per la televisione digitale terrestre sono identici a quelli usati per la ricezione analogica. Le attuali antenne (nelle bande III, IV e V) e la rete di distribuzione dalle antenne all'interno degli edifici con gli opportuni dispositivi intermedi (derivatori, partitori, amplificatori, miscelatori/demiscelatori, attenuatori, filtri, ecc.) sono adatte anche alla ricezione digitale. In qualche caso, tuttavia, potrebbe essere richiesto il montaggio di un'antenna supplementare, ad esempio quando non si dispone già di un'antenna nella banda su cui è irradiato il segnale digitale.

Anche il decoder e i televisori con ricevitore digitale terrestre integrato, quando vengono accesi devono essere sintonizzati. La sintonizzazione dei canali si svolge in sette facili passi: premere il tasto «menu» sul telecomando del decoder, selezionare la voce dedicata alle «impostazioni» o alla gestione dei canali (il nome esatto dipende dal modello di decoder acquistato), selezionare la voce di «ricerca dei canali». Se viene proposto di aggiornare oppure di reinstallare i canali, scegliere l'opzione di «reinstallazione». La maggior parte dei decoder, a questo punto, dà la possibilità di scegliere tra la ricerca normale e quella automatica: scegliere la «ricerca automatica», che andrà a creare una lista dei canali ordinata (RaiUno al numero 1, RaiDue al numero 2, ecc). La sintonia durerà alcuni minuti. Se al termine il decoder chiede di scegliere il numero di posizione da associare ad alcuni canali, selezionare i canali di maggiore interesse; il decoder li inserirà automaticamente nelle prime posizioni, mentre lascerà quelli che scarti dal numero 850 in avanti. Per concludere la procedura chiudere il menu premendo il tasto «Exit» del telecomando del decoder o del televisore con ricevitore integrato.

Se, dopo questi passaggi, proprio non si riescono a visualizzare i canali, probabilmente il segnale del digitale non raggiunge ancora l'abitazione oppure l'antenna non riceve il segnale digitale e va fatta controllare. In questi casi, per avere la conferma, bisognerà contattare un tecnico che, attraverso un misuratore di campo, verificherà la presenza del segnale digitale terrestre e darà anche un'occhiata all'antenna.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata