Venerdì 21 Maggio 2010

«Le rotte aeree siano rispettate»
Da Stezzano, mozione e protesta

Mozione unitaria dal Consiglio comunale di Stezzano sulla nuova rotta aerea e l'impatto acustico dell'aeroporto di Orio. Fulcro del problema è la rotta aerea di decollo che passa sopra il paese dell'hinterland e ha suscitato proteste dei residenti per l'aumento di inquinamento acustico e ambientale. Il cambio di direzione della rotta risale allo scorso febbraio, quando la Commissione aeroportuale ha deciso di modificare il percorso che seguono gli aerei durante la partenza e spostare così flusso e disagi ad esso connesso sull'hinterland: Colognola, Azzano, Lallio e ovviamente Stezzano.

La mozione presentata ribadisce la contrarietà dell'intero Consiglio all'approvazione di una rotta decisa sui tavoli della Commissione, senza il parere di Stezzano. Secondo Nicola Adobati (Di Pietro - Italia dei Valori) “in ballo ci sarebbero grossi interessi che porterebbero i piloti a non seguire la rotta tracciata. Sembrerebbe – continua Adobati – che venga effettuata una virata anticipata rispetto alle direttive date, per permettere un risparmio di carburante. Se si rispettassero le disposizioni date anche i cittadini avrebbero maggiori vantaggi”.

L'invito a seguire la direzione di decollo arriva anche dall'assessore all'Ambiente ed ecologia Francesco Manaresi: “Auspico che le rotte vengano rispettate e che i velivoli sorvolino l'autostrada come dovrebbero. Così facendo, i problemi dei cittadini si ridurrebbero notevolmente”. Elena Assi (Stezzano99) ha proposto di “coinvolgere nella discussione anche i consiglieri provinciali e regionali", mentre Giorgio Viero (Impegno per Stezzano) ha ipotizzato “un sit-in di protesta”.

e.roncalli

© riproduzione riservata