Martedì 01 Giugno 2010

«C'è un luogo dove vivrai per sempre
È il nostro cuore e di chi ti vuole bene»

«Caro Adam, siamo i tuoi compagni di classe, vogliamo dimostrarti il nostro affetto attraverso questa lettera. Sappiamo che non basta e che non colmerà mai il vuoto rimasto sul tuo banco. Ancora non riusciamo a credere che tu non ci sia più. Siamo talmente abituati alla tua presenza, al tuo sorriso, alle tue battute che ci pare impossibile non poterti mai più rivedere».

Inizia cosi la commovente lettera che i compagni di classe di Adama Yoda, il 15enne di Sabbio morto annegato nelle acque del Brembo il 25 maggio scorso e il cui corpo è stato ritrovato lo scorso 31 maggio a Marne di Filago, gli hanno idelamente scritto per esternare tutto il loro dolore per la tragedia chenon ha colpito soltanto la famiglia del ragazzo scomparso, ma anche l'intera comunità scolastica. 

«Viviamo momenti di disperazione in cui ci rendiamo conto di ciò che ti è successo - prosegue la lettera -, altre volte invece ci sembra una cosa già passata, ma poi ancora ci assale la tristezza e le lacrime ci sgorgano dagli occhi. Non è affatto bello sentire la tua mancanza. Insieme abbiamo passato poco tempo, circa un anno della nostra vita, ma è bastato per farci capire che eri una persona forte, con tanta voglia di vivere e di imparare. Eri una persona allegra, non ti abbiamo visto nemmeno un giorno senza il sorriso stampato sulle labbra».

«Insieme - prosegue la lettera - abbiamo passato momenti belli, meravigliosi, come quando ci facevi ridere con la tua ironia, e momenti brutti, davanti alle urla dei professori. Il tuo orrendo incidente ci ha fatto capire una cosa: dobbiamo accontentarci di ciò che abbiamo e accettare che la vita è una sola, preziosissima, e il pericolo è sempre dietro l'angolo, pronto a sorprenderci ad ogni difficoltà. A volte ci lamentiamo per cose futili, superficiali; ora sappiamo, Adam, che vorresti essere al nostro posto, per possedere di nuovo la sola e importante cosa che hai perso: la vita».

«Ma c'è un luogo nel quale tu continui a vivere, e dove continuerai a vivere per sempre: il nostro cuore, insieme al cuore di tutte le persone che ti conoscono e che ti hanno voluto bene. Stai sicuro Adam - conclude la lettera -, che non ci dimenticheremo di te, e che finché vivremo continueremo a volerti bene.
Con affetto
Dalla 1^ A ITI, dai tuoi insegnanti, dal preside e da tutta la scuola “Giulio Natta”».

Intanto è stata decisa la data dell'ultimo saluto al ragazzino scomparso tra le acque del Brembo: giovedì 3 giugno alle 9 al cimitero di Dalmine.

a.ceresoli

© riproduzione riservata