Domenica 06 Giugno 2010

La strada è a rischio frana:
chiusa la Tavernola-Parzanica

Una frana di circa 20 mila metri cubi rischia di staccarsi dalla montagna che sovrasta la strada di collegamento tra Tavernola e Parzanica. I rischi riguardano non solo la viabilità, ma anche lo storico cementificio tavernolese, oggi gestito dalla società Sacci di Roma, situato proprio sotto la massa di roccia pericolante.

Per questo il sindaco di Tavernola Massimo Zanni ha firmato un'ordinanza che decreta la chiusura della strada, mentre la Sacci ha avviato un intenso programma di monitoraggio e di vigilanza.

La strada all'inizio della quale oggi campeggiano i segnali di divieto è quella che, nel territorio di Tavernola, si stacca dalla rivierasca nei pressi del cementificio e sale per 7 chilometri fino a Parzanica. Si tratta di una strada comunale inaugurata dieci anni fa e voluta dalla Lafarge, la società che allora gestiva l'impianto industriale tavernolese, come ricompensa al territorio per la sua pesante attività industriale.

Grazie a questa infrastruttura, gli abitanti di Parzanica per scendere a valle non devono più passare da Vigolo, un percorso che equivale a 14 chilometri di strada, ma scendere direttamente a Tavernola.

Da alcuni giorni però, per la precisione dalla sera di venerdì 28 maggio, questa strada è stata chiusa.

Leggi di più su L'Eco di Bergamo del 6 giugno

r.clemente

© riproduzione riservata