Venerdì 11 Giugno 2010

Addio Stuani, guida
Confesercenti 2001-05

Si è spento dopo una lunga malattia Aldo Stuani, stimato e apprezzato presidente della Confesercenti dal 2001 al 2005. Aveva 77 anni ed era di Caravaggio. Sicuramente oltre 40 anni da panificatore avevano segnato la vita di Stuani. La dura vita del prestino tuttavia non aveva spento la curiosità e la sete di conoscenza che lui mostrava nei confronti di tutti. La sua storia familiare con lo zio Achille, protagonista della guerra di liberazione e poi deputato al Parlamento, gli anni del liceo dai Salesiani e qualche esame alla Facoltà di Medicina all'università facevano di lui una persona molto colta ed intellettualmente molto attiva.

Gli anni dell'impegno sociale e politico, con sempre a fianco l'amata moglie Carla, hanno tracciato un percorso originale, molto personale, guidato da valori universali e semplici, vissuti sino a divenire una testimonianza di vita da prendere ad esempio. Gli anni di presidenza in Confesercenti sono stati caratterizzati da entusiasmo, schiettezza e sincerità straordinaria.

La conoscenza diretta dei sacrifici per l'intera famiglia, che comporta la gestione di una piccola attività commerciale, lo inorgogliva profondamente. Raccontava come una favola il percorso che compie la farina fino a diventare pane.

Ma Stuani aveva anche idee chiare sul commercio e visione per il futuro. Ecco cosa diceva nella parte centrale del suo intervento di ringraziamento dopo esser stato eletto, nel 2001, presidente: «Siamo la vita delle nostre città e paesi, e oggi si torna ad apprezzare il nostro ruolo non solo di servizio, ma anche di attivatori della socialità. Dopo anni difficili, risalire la china vuol dire allargare i nostri orizzonti, puntare sulla qualità e investire nella crescita professionale: stringiamoci alla nostra Associazione e impegniamoci per costruire, a ogni livello, l'unità delle Piccole e Medie Imprese».

Ci mancherà molto Aldo Stuani, la sua semplicità, la sua competenza e preparazione sui temi del commercio e le sue parole da buon padre di famiglia dette sempre al momento giusto. Alle figlie un abbraccio ed un ringraziamento per l'amore e la cura che gli hanno sempre dedicato.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata