Domenica 13 Giugno 2010

Zingonia, abbatte i palazzi ghetto
Prime a crollare le torri Athena

I palazzi ghetto verranno abbattuti. E la priorità verrà data alle torri Athena che sono quelle messe peggio e in più precarie condizioni igienico-sanitarie. Solo per acquistare in toto tutti gli appartamenti ci vorranno 4 milioni di euro, è questo il valore della perizia a disposizione del Comune di Ciserano. E ce ne vorranno altrettanti, anzi uno di più anche per acquisire i tre palazzi Anna che si trovano dall'altra parte di corso Europa.

Dopo la firma del «protocollo d'intesa per Zingonia» siglato a gennaio in Provincia con Prefettura, Regione, Aler e Comuni di Boltiere, Ciserano, Osio Sotto, Verdellino e Verdello, il tavolo tecnico sta definendo come muoversi per ottenere 5 degli 87 milioni di euro, stanziati dal governo alle Regioni per le aree sottosviluppate. «La priorità è stata data alle torri Athena che sono quelle più degradate e noi ne abbiamo preso atto – sottolinea l'assessore provinciale alle Grandi infrastrutture e pianificazione territoriale Silvia Lanzani –, i fondi devono servire a risolvere un'emergenza che prima di tutto è sociale. Il discorso è molto più ampio perché non si tratta solo di abbattere i palazzi, ma anche di trovare una soluzione mirata per chi ci abita».

Vuoi per la crisi economica, vuoi per il maxidebito dell'acqua accumulato con la Bas, i sei palazzi Athena e Anna si sono svuotati. Un anno fa ci vivevano circa 600 persone, oggi sono la metà, per la precisione 295. I picchi negativi all'Athena 1 con 22 inquilini e all'Anna 1 che ne ha 26. I più popolosi sono invece l'Athena 3 con 81 residenti e l'Anna 3 con 77.

L'approfondimento su L'Eco di Bergamo oggi in edicola

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags