Venerdì 18 Giugno 2010

Con le vacanze riparte il turismo
Boom di prenotazioni per l'estate

Si avvicina il tempo delle vacanze e, nonostante la crisi, pare che siano tanti i bergamaschi che quest'anno non hanno proprio intenzione di rinunciare alle vacanze. «I viaggiatori dei primi mesi del 2010, da gennaio a maggio, hanno subito un aumento del 46% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso», ci spiega Enrico Brignoli, direttore dell'agenzia viaggi Ovet di viale Papa Giovanni XXIII. «E le previsioni per l'estate stanno mantenendo la crescita: registriamo un più 37% per il mese di giugno – che però non è ancora terminato –, un aumento del 27% a luglio e del 19% ad agosto. Questi ultimi dati sono ovviamente parziali e non definitivi, ma il trend è quello della crescita». Buone anche le vendite della Turisberg su tutto l'anno, «nonostante le prenotazioni per le vacanze estive vadano un po' a rilento», come spesso accade, anche per via dei viaggiatori che decidono all'ultimo minuto, spiega Clara Colombo, responsabile del reparto soggiorno e turismo dell'agenzia.

E se i bergamaschi ritornano in vacanza, le loro scelte in fatto di mete sembrano per niente scontate. Dal viaggio in Israele immersi tra storia e spiritualità, ad un tour dell'Africa australe a contatto con gli animali e le popolazioni autoctone, fino a una crociera nel mar Artico, per scoprire l'Europa dell'estremo nord. Se da un lato gli operatori registrano una buona tenuta dei classici soggiorni tra Spagna, Grecia e Mar Rosso, dall'altro emergono destinazioni poco esplorate fino a qualche anno fa. «Nel 2010 hanno decisamente avuto una crescita esponenziale Israele e la Polonia, come mete di turismo religioso. Bene anche la Russia, in ripresa il Messico – annientato lo scorso anno dalla febbre suina – e forte aumento dell'Australia», continua Brignoli. Nuove destinazioni anche per i tour di gruppo che si avventurano in «Islanda e Siria, accettando di spendere un po' di più laddove la meta è interessante e poco conosciuta», raccontano dall'agenzia Avamposti.

E poi si fa sempre più forte l'interesse per l'Europa del Nord, con le crociere tra i fiordi norvegesi e i soggiorni a bordo delle rompighiaccio sulle acque dell'Artico, oltre ai viaggi di lungo raggio in Russia; mentre per chi preferisce il caldo spopolano Botswana, Namibia, Mozambico.

Per saperne di più leggi L'Eco di Bergamo del 18 giugno

fa.tinaglia

© riproduzione riservata