Venerdì 25 Giugno 2010

Verdellino scrive alla Regione:
alla stazione sporco e degrado

Il sindaco di Verdellino Giovanni Bacis ormai non sa più che cosa fare per spronare Rfi (Rete ferroviaria italiana) a completare i lavori sulle opere infrastrutturali, come i sottopassi ferroviari, realizzati nell'ambito del raddoppio della linea ferroviaria Bergamo-Treviglio Ovest che è stato inaugurato nell'ormai lontano 2005.

«Nella lettera che abbiamo inviato alla Regione - dice - abbiamo ribadito quanto già affermato nella riunione del collegio di vigilanza dello scorso ottobre facendo ovviamente ben presente che da allora non solo non è stato fatto nulla ma nessuno si è nemmeno sognato, come ci era stato promesso, di venire a fare un sopralluogo».

Non volendo però rassegnarsi a una situazione di stallo che non sembra riuscire più a sbloccarsi ha deciso di inviare una lettera alla Regione e precisamente all'assessore regionale alla Mobilità Raffaele Cattaneo che riveste il ruolo di presidente del collegio di vigilanza il cui compito è proprio quello di vigilare sullo stato di proseguimento dei lavori sulla linea ferroviaria Bergamo-Treviglio Ovest.

Nella lettera il primo cittadino ribadisce «per l'ennesima volta» gli interventi che Rfi deve ancora realizzare sul territorio di Verdellino. E la lista è piuttosto lunga e riguarda i sottopassi di via Berlino e di via Veneto, ma soprattutto la stazione ferroviaria «nella quale – afferma con forza il sindaco Bacis – si prova una sensazione di abbandono e di degrado assoluto».

Alla lettera è stato allegato anche materiale fotografico per chiarire meglio lo stato, giudicato «pessimo», della banchine ferroviarie che in alcuni punti, per consentire agli utenti di salire senza sforzi sui convogli, devono ancora essere rialzate ad altezza regolamentare.

Leggi di più su L'Eco di Bergamo del 25 giugno

r.clemente

© riproduzione riservata