Mercoledì 07 Luglio 2010

Seconda «Notte On The Road»
Genitori protagonisti il 9 luglio

Questa volta toccherà a mamme e papà, che scenderanno in strada accanto alle forze dell'ordine del Milanese e della Bergamasca per prevenire le stragi del fine settimana. Dopo l'esito positivo della prima «Notte On the road» di venerdì 2 luglio, che ha visto impegnati gli 8 ragazzi partecipanti al progetto, insieme ad alcuni loro amici e coetanei, il prossimo fine settimana sarà la volta dei genitori. Una vera sperimentazione sul campo, per vedere con i propri occhi lo svolgersi dei controlli stradali durante il week-end.

Durante la notte di venerdì 9 luglio, a partire dalle 22, i genitori si schiereranno “on the road” al fianco di alcuni corpi di polizia orobici e milanesi. Tutti i padri e le madri coinvolti avranno pertanto la possibilità di constatare di persona cosa accade di notte e quanto sia fondamentale l'impegno di polizia, carabinieri e tutori dell'ordine. Nella speciale nottata di controlli e pattugliamento del territorio, i genitori potranno vedere con i loro occhi l'operatività notturna con autovelox, controlli, drug e alcol test.

I controlli sono finalizzati a diffondere una consapevolezza in merito ai rischi deleteri derivanti dall'assunzione di alcool e droghe. Sostanze che diventano ancor più pericolose, per se stessi e per gli altri, se assunte quando ci si trova alla guida di un veicolo.

L'iniziativa “On the Road 2010” ha lo scopo di ridurre le distanze tra gli utenti della strada, in particolare i più giovani, e le forze dell'ordine, in un modo innovativo e coinvolgente. I padri e le madri che volessero partecipare alla speciale notte di controlli possono prenotarsi, fino a esaurimento posti, telefonando al Consorzio di polizia municipale Valseriana, ente capofila dell'iniziativa, al numero 035/4127162 o inviando una mail all'indirizzo [email protected] con la propria richiesta.

I genitori iscritti si aggregheranno quindi alle diverse pattuglie vivendo per qualche ora, nei diversi posti di controllo sulle strade della Bergamasca e del Milanese, l'operatività notturna.

La prima notte
Il bilancio della prima “Notte on the road”, tenutasi lo scorso venerdì 2 luglio, è senz'altro positivo. In particolare gli 8 ragazzi e ragazze delle scuole superiori coinvolti nel progetto, insieme ad alcuni loro coetanei ed amici, hanno affiancato sul campo gli agenti svolgendo le loro stesse mansioni: il modo migliore per imparare che cosa significa, in modo concreto e rivoluzionario, la sicurezza stradale e non solo.

Al loro fianco anche alcuni giovani reporter, laureandi e neolaureati dell'Università degli Studi di Bergamo, che hanno potuto cogliere in prima persona tutti gli aspetti dell'iniziativa.

Nel corso della prima nottata di controlli, sono stati oltre 200 i veicoli fermati e 2 le patenti ritirate a causa del tasso alcolico superiore ai limiti consentiti. Una persona, inoltre, è stata denunciata a piede libero perché alla guida sprovvista di patente e diverse sanzioni sono state comminate per violazioni al codice della strada come la mancata revisione del mezzo, la dimenticanza dei documenti o il superamento dei limiti di velocità.

Durante la notte, infine, non sono mancati momenti di tensione, vissuti anche dai ragazzi e dai reporter, come quello registratosi a Nembro dove un veicolo non si è fermato all'alt provocando, quindi, un inseguimento da parte degli agenti e dei militari.

Le immagini della precedente “Notte on the road”, così come quelle che verranno girate venerdì 9 luglio, si possono visionare sul sito internet www.ragazziontheroad.it attraverso la speciale web tv dedicata. L'iniziativa, unica in Italia nel suo genere, nasce dalla sensibilità dell'ideatore, il giornalista Alessandro Invernici, e del responsabile del progetto, l'agente Giuseppe Fuschino.

Coordinata dalla Prefettura di Bergamo, in prima persona dal prefetto Camillo Andreana in sinergia con la Questura orobica, vede coinvolte diverse altre istituzioni fra cui il comando provinciale dei vigili del fuoco e dei carabinieri, la partecipazione del Consorzio di Polizia Locale Valseriana (ente capofila dell'iniziativa), del Consorzio di polizia locale Terre del Serio, del corpo di polizia Locale di Orio al Serio, del comando di polizia locale della città di Melzo e la collaborazione della polizia locale di Bergamo.

r.clemente

© riproduzione riservata