Martedì 13 Luglio 2010

Meteo, allerta afa in tutta Italia
Bergamo più fresca grazie alle valli

Afa martedì, afa mercoledì: ma è giovedì, 15 luglio, che il caldo africano raggiungerà il suo apice, con 11 città italiane in stato di allerta 3, rischio ondate di calore, e 9 in stato di allerta 2, ovvero con temperature elevate e condizioni meteorologiche che possono avere effetti negativi sulla salute della popolazione a rischio. In totale 20 città.

Bergamo non sarà da meno, dice il meteorologo Sergio Brivio di 3BMeteo.com: almeno fino a sabato la colonnina sarà stabilmente fra i 32 e i 34 gradi, con caldo più intenso sulla bassa pianura orobica. Poi un probabile break temporalesco che porterà un po' di refrigerio, ma non durerà.

Ascolta tutti i dettagli nell'intevista allegata

COSA SUCCEDERA' NEL RESTO D'ITALIA
Record di città ad alte temperature in Lazio, con Roma, Frosinone, Latina, Viterbo, Rieti e Civitavecchia tra i 35 e i 38 gradi. Ma il record assoluto spetterà a Venezia, che giovedì toccherà i 40 gradi di temperatura percepita a causa degli alti tassi di umidità.

Nel dettaglio, secondo il bollettino emesso dalla protezione civile, giovedì si registreranno, con il rischio di ondate di calore, 36 gradi a Bolzano e Perugia, 34 a Bologna, 37 a Brescia e a Roma, 38 a Firenze e Torino, 37 a Genova, Milano e Trieste e 40 a Venezia.

Per quanto riguarda l'allerta 2, riguarderà Campobasso con 32 gradi, Frosinone con 37, Civitavecchia, Latina e Messina con 38 gradi, Pescara con 34, Rieti con 35, Verona con 38 gradi e Viterbo con 37.

L'afa che stringerà la sua morsa sull'Italia è dovuta al fatto che, da domani, la struttura anticiclonica tornerà a stazionare su tutta la Penisola, con tempo stabile e soleggiato e temperature in graduale risalita, che nel fine settimana arriveranno su valori ben superiori alla media del periodo.

r.clemente

© riproduzione riservata