Mercoledì 18 Agosto 2010

Dossi di via Campagnola
Palafrizzoni corre ai ripari

Il Piano urbano della mobilità e del traffico sarà oggetto di revisione e aggiornamento. A settembre verrà dato incarico tecnico in tal senso. Sempre a settembre si incomincerà a mettere mano alla sistemazione dei dossi stradali che, in modo più evidente, sono fuori norma, alla luce del cosiddetto “abaco dei dossi” approvato tempo fa dalla Giunta Tentorio. I primi a essere ritoccati dovrebbero essere i dossi di via Campagnola, i più contestati, oggetto di molteplici proteste, responsabili di strisciate alla carrozzeria e guasti a catena per tante autovetture.

La conferma di queste priorità settembrine, per quanto riguarda il suo assessorato, viene da Gianfranco Ceci, raggiunto al telefono mentre si trova in vacanza. «E' giusto che periodicamente si faccia un aggiornamento al Piano urbano della mobilità – afferma il vicesindaco – e lo vogliamo fare quanto prima, alla luce delle difficoltà e dei punti critici del traffico emersi nei mesi scorsi. Proprio per evitare di intervenire a spizzichi e bocconi, magari sull'onda di alcune proteste di quartiere, assicuro già sin d'ora che ogni cambiamento sarà organico rispetto alla situazione complessiva della città, quindi alla luce di uno studio fatto da esperti e avvalorato da cifre e statistiche».

E i dossi? «Quello è un discorso a sé – afferma Ceci – e già in settembre si potrebbe partire per cominciare a sistemare quelli maggiormente criticati e segnalati dalle forze dell'ordine. Quelli di via Campagnola potrebbero essere i primi».

A proposito dei contestati dossi di via Campagnola, questa la dichiarazione di Alessandro Trotta, presidente della prima circoscrizione: «Ufficialmente non è arrivata alla circoscrizione alcuna notizia sulla eventualità di interventi già a settembre, ma è quello che tutti attendevamo. Quei dossi sono fatti malissimo, la pendenza è eccessiva. Io stesso, in compagnia di un consigliere, ho percorso la via a 35 all'ora con la mia auto e non ho potuto evitare di grattare la mascherina dell'auto contro il dosso. Prima si interviene meglio sarà per tutti. Sentirò in proposito anche la Commissione temporanea di proposta del quartiere, affinchè le modifiche vengano fatte in modo giusto. Non vorremmo che per agevolare i mezzi pubblici i dossi vengano abbassati più del necessario, vanificando in parte la loro funzione».

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags