Folla all'Apple Store di Orio
In duemila per l'apertura notturna

Folla all'Apple Store di Orio In duemila per l'apertura notturna

«Un delirio». È questo il primo commento di chi nella mattinata di sabato 25 settembre ha raggiunto l'Oriocenter per scoprire il nuovo Apple Store aperto alle 10 dopo che per tutta la notte il centro commercialedi Orio al Serio ha tenuto aperta la sua galleria per permettere a chi lo desiderava di trascorrere la notte davanti al nuovo negozio.
Centinaia sono state le persone in fila davanti allo store ancora chiuso già dal primo pomeriggio di venerdì 24 settembre, mentre nella notte sono intorno alle 2 mila le persone che hanno transitato nel centro commerciale di Orio. E nella mattinata di sabato il nuovo negozio è stato preso d'assalto: alle 10, dopo un coreografico conto alla rovescia, una cinquantina di addetti hanno dato il benvenuto ai primi clienti e curiosi.

In un clima di festa e euforia, all'apertura c'è stato grande entusiasmo sia da parte degli «addetti» Mac sia da parte di tutti gli appassionati che non potevano mancare a questa inauguraizone. Il primo ad essere accolto, appena le porte si sono aperte, è stato Federico Brugnoli, 21enne di Scanzorosciate. È stato dalle 14 di venerdì, con ben 20 ore di anticipo dall'apertura, davanti alle vetrine del nuovo Apple Store, il quarto in Italia e primo nella Bergamasca. Un doppio record per Federico, visto che non solo è stato il primo cliente del nuovo punto vendita della Mela, ma il ventunenne ha anche battuto, involontariamente, tutti i suoi predecessori a Carugate e Grugliasco (gli altri due Store italiani, oltre a quello di Roma), che si erano presentati con 16 e 15 ore di anticipo. «L'ho fatto solo per orgoglio – spiega Federico –. Volevo essere il primo e mi sono presentato così presto. Sembra una follia, lo so, ma in realtà è solo una grande passione. Cosa ho fatto tutta la notte? Ho caricato per bene il mio iPhone, ovviamente l'ultima versione, e quindi ho usato le varie applicazioni». Per lui e per i primi 1500 visitatori una maglietta Apple in regalo.

Soddisfatti il direttore di Oriocenter Ruggero Pizzagalli e il presidente Giancarlo Bassi: «Il nostro centro punta sull'eccellenza e anche l'America, con questo store, ci guarda - ha detto quest'ultimo -. E questa è una grande soddisfazione».

L'Apple store rispetterà gli orari di apertura del centro comemrciale e offrirà già dai prossimi giorni molti servizi alla sua clientela, alcuni gratuiti come assistenza e seminari informativi, e altri a pagamento con anche incotnri individuali per offrire competenze tecniche a chi le desiderasse sul mondo Mac. Ogni Apple Store offre infatti un'ampia gamma di workshop settimanali gratuiti, su argomenti che variano dai primi passi con un nuovo Mac alla fotografia digitale, al podcasting e altro ancora. L'obiettivo è aiutare i clienti ad ampliare le proprie conoscenze, sviluppare le proprie abilità e incontrare altre persone con gli stessi interessi.

L'attenzione in particolare è rivolta ai giovani. Negli Apple Store sono previsti programmi gratuiti rivolti ai giovani e pensati per consentire ai ragazzi di usare la tecnologia a disposizione per fare ciò che interessa loro maggiormente, e per fornire loro un forum dove mettere in mostra i loro progetti digitali creativi. Infine i clienti che acquistano un Mac presso un Apple Store o sull'Apple Online Store possono iscriversi al programma One to One. Con un costo di 99 euro, i proprietari di un nuovo Mac riceveranno il servizio di «Preparazione personale», per personalizzare il computer e trasferire i file dal vecchio Mac o Pc, oltre a un anno di sessioni di training personale e supporto per Progetto personale su un'ampia gamma di argomenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA