Giovedì 07 Ottobre 2010

Prete disperso, sospese le ricerche
La Cassazione respinge il ricorso

Nella notte tra mercoledì 6 e giovedì 7 ottobre la Cassazione ha respinto il ricorso delle difese e ha così confermato la condanna a 4 anni nei confronti di don Matteo Diletti, il sacerdote di 39 anni - del quale non si hanno notizie dal 23 settembre scorso - accusato di abusi sessuali su una ragazza all'epoca tredicenne.

La sua delicata vicenda giudiziaria era iniziata nel 2004 ed è legata al periodo in cui era stato insegnante alla scuola media di Vilminore, dove aveva avuto una brevissima relazione con una sua allieva tredicenne, innamoratasi del sacerdote. Tra i due, secondo la ricostruzione della Procura di Bergamo, sarebbe nato dell'affetto reciproco, poi trasceso. Davanti ai giudici, il sacerdote aveva ammesso di averla baciata una volta e, in quella stessa occasione, di averla toccata.

Condannato in primo grado a quattro anni, la pena era stata confermata in appello. Don Matteo Diletti risulta disperso da giovedì 23 settembre scorso nella zona di Vello di Marone, sul versante bresciano del Sebino, dove sono stati ritrovati la sua auto, il suo portafogli e un rosario. Le ricerche sono state interrotte il 1° ottobre.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata