Lunedì 18 Ottobre 2010

Funghi, 14 intossicati in un mese
Un bambino ricoverato ai Riuniti

Quattrordici intossicati in poco più di un mese. È preoccupante il bilancio di chi, in Bergamasca, è finito in ospedale dopo aver mangiato funghi. L'ultimo caso è di lunedì mattina, 18 ottobre, quando un bambino è stato portato al Centro Antiveleni degli Ospedali Riuniti proprio per una intossicazione. Le sue condizioni, fortunatamente, non preoccupano i medici che lo hanno preso in cura, ma quello che deve far meditare è l'elevato numero di interventi.

Proprio per la raccolta funghi si sono registrati sempre in terra orbica anche alcuni casi di cadute, causate da inesperienza o imprudenza. Il consiglio che arriva dall'Asl di Bergamo è sempre quello, prima di consumarli, di far esaminare i funghi all'ispettorato micologico, il servizio è gratuito.
 
Il servizio di certificazione della commestibilità a favore dei cittadini raccoglitori è operativo anche per tutto ottobre nelle varie sedi (l'elenco è in fondo).

Le principali da osservare:
- non consumare funghi se prima non sono stati controllati da un micologo o se non si è certi della loro commestibilità;
- non fidarsi dei cosiddetti esperti, dei detti popolari e di chi dice «io li ho sempre mangiati»;
- consumare solo funghi commestibili e ben cotti;
- non far consumare funghi a bambini, a donne in stato di gravidanza e a persone affette da particolari patologie.

Dopo aver consumato funghi, in caso di comparsa di sintomi quali dolori addominali, vomito e diarrea o altra sintomatologia, si deve prendere contatto tempestivamente con il medico di base o il Pronto soccorso dell'ospedale più vicino o il Centro antiveleni (Cav) dell'azienda ospedaliera Ospedali Riuniti di Bergamo al numero verde 800.883300, oltre che portare con sé eventuali avanzi di funghi cotti, crudi o i residui di pulizia dei funghi.

Il servizio di controllo:
 Bergamo (dal 2 agosto) Ufficio Sanità Pubblica – via Borgo Palazzo n. 130 - 035 2270499/ 500/ 561/ 579 - lunedì ore 9 - 12 e 14,30 – 16,30, martedì e giovedì ore 14,30 – 16,30 e comunque, in altre ore e giorni, in relazione alla presenza di personale abilitato (si consiglia di telefonare preventivamente);
- Trescore Balneario (dal 16 agosto) Ufficio Sanità Pubblica – via Mazzini n.13 - 035 955416 lunedì - mercoledì - venerdì ore 8,30 – 9,30;
- Piario (dal 5 agosto al 30 settembre ) – c/o palazzina C.S.E. (ex guardia medica) – Via Papa Giovanni XXIII - giovedì ore 14,30 – 16,30;
- Treviglio (dal 16 agosto ) – Ufficio di Sanità Pubblica – Via Cesare Battisti n. 8 - 0363 590932 lunedì - mercoledì ore 14 – 15.

r.clemente

© riproduzione riservata