Mercoledì 17 Novembre 2010

L'Italia dei Valori insoddisfatta del Piano

Mercoledì in Consiglio Regionale è stato votato il Piano Socio Sanitario di Regione Lombardia. «Siamo soddisfatti - dichiara il vicecapogruppo dell'Italia dei Valori, Gabriele Sola - dell'approvazione all'unanimità dell'ordine del giorno, di cui ero primo firmatario, con cui la Giunta s'impegna ad inserire all'interno del protocollo d'intesa tra Regione e Ufficio scolastico Regionale un ruolo attivo per i medici nella redazione dei programmi di educazione alla salute destinati alle scuole. Questa novità garantirà uno standard qualitativamente migliore nella stesura dei progetti ».

«Tuttavia - prosegue Sola - la bocciatura dell'emendamento che impegna la Giunta a promuovere studi e ricerche sull'incidenza delle patologie oncologiche in Lombardia mi lascia molto perplesso: con la salute dei cittadini non si scherza, e non è un mistero che il territorio bergamasco, insieme a quello lodigiano, detenga il triste primato nazionale di mortalità da patologie tumorali».

«Serve una sorta di "atlante oncologico" lombardo - spiega Gabriele Sola - anche in considerazione del fatto che tumori diversi sembrano caratterizzare le differenti aree della Lombardia. E poi occorre individuare soluzioni e correttivi che incidano concretamente. La letteratura scientifica riconosce un nesso tra il contesto ambientale e l'insorgere di patologie tumorali. Dobbiamo vederci chiaro ed andare fino in fondo: non basterà la bocciatura del nostro emendamento per farci desistere da questo obiettivo».

«Per contro - conclude Sola - apprezzo l'approvazione unanime dell'emendamento in cui sollecito la realizzazione di una campagna di prevenzione specifica sul consumo giovanile di alcolici. Nel complesso, però, l'Italia dei Valori si dichiara insoddisfatta del Piano. Per questo motivo ha espresso voto contrario in Aula».

a.ceresoli

© riproduzione riservata