Lunedì 29 Novembre 2010

Immigrati, per il permesso più lungo
dal 9 dicembre serve il test di italiano

Sono tra i 10 e i 15 mila gli immigrati residenti nella Bergamasca che potrebbero essere interessati alla nuova disposizione per ottenere il permesso di soggiorno Ce di lunga durata che prevede, dal 9 dicembre, il superamento di un test di italiano.

Da quella data, infatti, entrerà in vigore il decreto del ministero dell'Interno del 4 giugno scorso, il quale dà attuazione all'articolo 9, comma 2bis, del Testo unico in materia d'immigrazione che, ai fini del rilascio del permesso di soggiorno di lunga durata (ex carta di soggiorno), richiede obbligatoriamente il superamento di un test di livello A2 della lingua italiana.

È bene ricordare che il permesso di soggiorno Ce, ottenibile solo dopo cinque anni di permanenza in Italia, ha validità a tempo indeterminato e permette di godere di alcuni diritti in più rispetto al permesso di soggiorno rinnovabile a seconda dei casi ogni sei mesi, uno o due anni.

La prova d'italiano avverrà ai Centri territoriali per l'educazione degli adulti (Eda) e i richiedenti riceveranno a mezzo posta la data e il luogo del test. I centri Eda nella Bergamasca, localizzati nelle scuole medie, sono sei:  alla scuola media di Redona in città, ad Albano, Costa Volpino, Ponte San Pietro, alla «Cameroni» di Treviglio, e a Villongo.

Le organizzazioni sindacali orobiche, insieme ai responsabili dei centri Eda e all'Ufficio scolastico provinciale, stanno lavorando affinché i centri Eda non si limitino solo al test, ma promuovano corsi specifici per la preparazione dei candidati.

Tutti i dettagli su L'Eco di Bergamo del 29 novembre

r.clemente

© riproduzione riservata