Martedì 30 Novembre 2010

Il presunto cammino di Yara
così come lo ha fiutato Joker

A condurre le forze dell'ordine verso il cantiere dell'ex Sobea in territorio di Mapello è stato Joker, un cane «molecolare» svizzero, di razza Bloodhound (originaria del Belgio), che ha come caratteristica un fiuto eccezionale, ben al di là di quanto può immaginare un uomo.

Ebbene, anche Joker, che ha sei anni ed è molto esperto, una volta uscito dal centro sportivo - e dopo un momento di «confusione» per la presenza di numerose persone, tra giornalisti, telecamere e curiosi - ha guidato i volontari sulla strada che avevano già imboccato i cani utilizzati in precedenza.

Ovvero, uscito dal centro sportivo, Joker si è diretto non in via Morlotti, la via di sinistra, quella che tutti pensavano e che conduce a nord, verso casa di Yara, bensì in via Caduti dell'Aeronautica, la via opposta, che conduce verso l'area industriale e, più in là, verso la località Tresolzio, via Marconi e le campagne, in direzione di Mapello.

Joker, che aveva annusato calzini e calzamaglia indossati prima della scomparsa da Yara, è arrivato nel cantiere dell'ex Sobea e qui si è fermato. Sono così intervenute le forze dell'ordine, sembrava fosse la premessa per la scoperta di indizi importanti per le indagini, invece le notizie della serata non parlano di grandi novità.

La sequenza di fotografie nella gallery illustra dunque il probabile percorso di Yara Gambirasio, almeno stando al fiuto di Joker. Gli esperti dicono che questi cani hanno circa il 60% di possibilità d'individuare realmente il cammino effettuato da una persona scomparsa. Guarda la fotogallery

m.sanfilippo

© riproduzione riservata