Domenica 05 Dicembre 2010

Natale, pronta la capanna
per i bambini di Terra Santa

Quattro punte di abete portano in pieno centro il profumo delle montagne di Schilpario e regalano a piazza Vittorio Veneto un'aria natalizia. Ricordano i luoghi di origine di monsignor Andrea Spada, storico direttore de L'Eco di Bergamo, che nel 1951 volle per la prima volta allestire la capanna di Natale sul Sentierone per raccogliere fondi per i bambini poveri.

Dopo quasi 60 anni, anche per queste feste, si rinnova la tradizione: sabato sono stati ultimati i lavori per allestire la capanna di legno che accoglierà nella notte di Natale il Bambin Gesù. Presenterà tre allestimenti che si alterneranno nel corso delle festività natalizie: ora è il tempo della Santa Lucia che piano piano si avvicina calando dal cielo ai tetti di Bergamo per portare i doni ai bambini nella notte del 13 dicembre.

Poi sarà la volta dei chierichetti, come angeli, che preparano l'annuncio della Natività che invece farà la sua comparsa nei giorni del Natale. Saranno i padri domenicani della chiesa di San Bartolomeo a deporre nella notte del 24 dicembre il Bambin Gesù con una processione lungo il Sentierone dopo la Messa di Natale. Infine con l'Epifania arriveranno anche i Re Magi.

Per chi avrà la curiosità di avvicinarsi alla capanna poi una magica sorpresa sonora: ogni allestimento infatti avrà il suo accompagnamento musicale. Si passerà dalle musiche allegre per i più piccoli che aspettano Santa Lucia, alle note della musica classica per finire con le canzoni di Natale più belle e conosciute in tutto il mondo. Per chi lo desiderasse sarà possibile anche lasciare un'offerta alla capanna di Natale: sosterrà, dopo 60 anni ancora con lo stesso pensiero che ebbe monsignor Spada, i bambini di Paesi poveri, in particolare di Terra Santa, Paraguay e Cambogia. Si tratta di progetti a sostegno dell'infanzia selezionati dal Centro missionario diocesano e che troveranno l'appoggio nella serie di iniziative della campagna «Illumina il mondo. Il tuo Natale al cuore della missione» con Pro Jesu onlus e Ascom Bergamo.

In Terra Santa si sosterranno i bimbi di Betlemme per venire incontro alla richiesta del Custode, padre Pierbattista Pizzaballa, di non dimenticare i luoghi Santi. Verranno poi sostenute le famiglie (con i loro bambini) che abitano il Lago 94, uno dei villaggi del comune di Kandaok in Cambogia per la costruzione di una casa di accoglienza grazie al supporto della volontaria del Pime Cristina Togni di Prezzate. In Paraguay invece, dove il 70% della popolazione ha meno di 25 anni, si darà vita a un centro sportivo da padre Emanuele Colombo, missionario del Movimento dei Focolari e originario di Castro.

Oltre alla capanna di Natale sono state preparate molte iniziative per sostenere i tre progetti: distribuiti 5.500 panettoni solidali, e 1.300 kit in altrettanti negozi con il simbolo della stella e della sfera natalizia da mettere in vetrina.

Elena Catalfamo

m.sanfilippo

© riproduzione riservata